Salve Padre Angelo,
le scrivo affinché possa aiutarmi a chiarire alcuni dubbi che mi assalgono.
Ultimamente mi è capitato di conoscere una ragazza che mi piace molto, parlando con lei riesco a sentire un feeling diverso dalle altre, provo emozioni pure. Non è una di quelle solite ragazze che mettono in mostra il proprio corpo, non è volgare e sembra sia una ragazza seria. Volevo chiederle caro Padre, dato che lei è sacerdote saprà consigliarmi sicuramente, questo sentimento che provo per lei già da un po’ di tempo, e non mi riferisco solo all’attrazione fisica ma sento quell’attrazione che va ben oltre i corpi, possa essere un segno che il Signore mi sta dando per indicarmi che è quella giusta? Sento di voler crescere con lei anche spiritualmente e se il Signore vorrà, potrà essere anche la ragazza della mia vita, magari futura moglie senza cadere nel peccato della fornicazione.
Premetto che non sono mai stato insieme a questa ragazza e ci conosciamo pochissimo, però le sue doti, la sua purezza, la sua integrità (infatti sono sicuro sia vergine) e anche la sua intelligenza mi hanno conquistato, sono sensazioni che non avevo mai provato in modo così forte prima, cosa posso fare per capire se è lei la donna della mia vita? Nel suo blog lei scrive che possiamo distinguere le tentazioni (che provocano peccato, rimorso, sensazioni negative) dalle vocazioni (che avvicinano a Dio, accrescono l’anima e ci fanno sentire bene). Questo sentimento che provo penso sia puro e venga da Dio e non dal maligno, cosa mi suggerisce di fare? Mi scuso in anticipo per la prolissità del mio messaggio e le auguro una splendida giornata.
Carissimi Saluti, ….


Carissimo,
1. poiché il tuo desiderio è buono si può pensare che il Signore ti abbia fatto incontrare questa ragazza e abbia suscitato il desiderio di stabilire un’amicizia con lei.
San Paolo dice che Dio suscita in noi “il volere e l’operare secondo il suo disegno d’amore” (Fil 2,13).
Ora dal momento che il tuo desiderio è puro, come non pensare che questo desiderio possa venire da Dio?
Se è così – e mi pare di poterlo dire perché non ho motivi per affermare il contrario – chiedi pure al Signore di portare a compimento ciò che ha suscitato in te.

2. Ecco che cosa scrive a proposito dei nostri desideri e della necessità della preghiera una Santa claustrale inglese Giuliana di Norwich, morta nel 1416.
Dio le avrebbe detto: “Io sono il fondamento della tua intercessione.
Prima di tutto c’è la mia volontà di darti qualche cosa.
Poi, io faccio in modo che tu lo voglia, in seguito, ti spingo a chiederlo e, infine tu lo chiedi.
Come potrebbe accadere che tu non l’ottenga?
Tutto ciò che il Signore ci suggerisce di chiedere, egli stesso ce lo ha destinato da tutta l’eternità. Per questo egli è profondamente gioioso quando preghiamo” (Rivelazioni dell’Amore divino, cap. 44).

3. Nel tuo caso, il Signore dopo aver occasionato l’incontro e aver suscitato il desiderio di stringere amicizia con questa ragazza ti spinge a chiedere questo dono.
Ti spinge a chiederlo attraverso la preghiera perché è proprio la preghiera ben fatta che crea in noi le condizioni per poter ricevere i doni che il Signore da tutta l’eternità ha decretato di darci.

5. Se la preghiera incessante ti porta a voler vivere con lei una vita santa come dubitare di ricevere questa grazia?
Con questo tuo proposito il Signore corona i suoi disegni di riempire i vostri cuori del suo amore per il bene non solo della vostra famiglia, ma anche della Chiesa e di tante altre persone.

6. Concretamente ti suggerisco di impegnarti a recitare ogni giorno il santo Rosario, raccomandando così alla Madonna la tua vita affettiva e il tuo futuro.
Contemporaneamente ti suggerisco di nutrire grande devozione a san Giuseppe, che viene invocato anche per avere la grazia di poter celebrare un matrimonio cristiano in tutti i sensi.
San Giuseppe fu particolarmente fortunato nel ricevere come sposa la Madonna. Come dubitare che non svolga volentieri il ruolo di intercessore perché molti altri abbiano la grazia di poter celebrare un matrimonio ricco di gioia e di santità come il suo?

7. Ecco, i consigli che ti ho fornito sono tutti di ordine spirituale.
Sono i più efficaci perché le Ave Maria del Santo Rosario sono più penetranti di tanti proiettili e più forti di tante divisioni (eserciti). Non vanno a toccare i corpi, ma i cuori e li muovono dolcemente secondo le caratteristiche proprie dell’agire della Madonna.

Ti auguro ogni bene, ti ricordo al Signore e ti benedico.
Padre Angelo