Homepage
Homepage2020-06-03T07:42:45+02:00

I Domenicani sotto il manto della Madonna

Orsù dunque avvocata nostra rivolgi a noi gli occhi tuoi misericordiosi

Leggi tutto>

11 062020

Se sia più conveniente fare la Comunione spirituale piuttosto che prendere la sacra particola sulla mano e altre domande affini

by |11 Giugno 2020|Evidenza prima pagina, Evidenza sacerdote, Un sacerdote risponde - Liturgia e pastorale - Sezione liturgica|

Quesito Ecco alcune tra le ultime lettere che Padre Angelo ha ricevuto su tale argomento. Buonasera Padre Angelo. Volevo chiederle: come ci dobbiamo accostare alla SS. Eucaristica? Oggi durante la confessione il Sacerdote mi ha detto che la comunione si prende alla mano e che durante l’ultima cena Gesù non dice come si deve assumere la comunione. Erano più di 3 mesi che non prendevo la comunione sacramentale e alla fine ho ceduto e l’ho presa alla mano perché ne sentivo il desiderio. Lei cosa mi consiglia? Come devo comportarmi? Grazie in anticipo per la sua attenzione.   Padre pace

04 072019

Beato Pier Giorgio Frassati

by |04 Luglio 2019|Evidenza prima pagina, Spiritualità domenicana – Santi domenicani - Beati|

Chi è il Beato Pier Giorgio Frassati, giovane laico domenicano, modello dei giovani domenicani e “profezia” per i nostri tempi del carisma laicale giovanile della nostra Famiglia? Pier Giorgio è un giovane come tanti altri, nato a Torino il 6 aprile 1901 da una famiglia dell'alta borghesia torinese. Il padre Alfredo era proprietario e direttore del giornale "La Stampa", personalità eminente del mondo politico e culturale di allora, poi ambasciatore a Berlino. Pier Giorgio trascorre un’infanzia normale, vivace e generosa; comincia ben presto ad approfondire il suo rapporto spirituale con Dio, lo sente profondamente vicino nella sua vita di adolescente.

25 062019

Novena in preparazione alla memoria del beato Pier Giorgio Frassati, terziario domenicano

by |25 Giugno 2019|Evidenza prima pagina, Spiritualità domenicana – Preghiere - Per intercessione dei santi domenicani|

Una novena consiste in una preghiera recitata per nove giorni. Perché nove giorni? Si tratta di una tradizione che si innesta sull’imitazione di Maria, madre di Gesù, e dei discepoli, che attesero in preghiera, riuniti nel Cenacolo, il dono promesso dello Spirito Santo (vedi Atti 1:12-14). Questo periodo di attesa durò nove giorni, dall’ascensione di Gesù al Cielo (40 giorni dopo la Sua resurrezione) alla Pentecoste (che significa “il cinquantesimo giorno”). Ma perché pregare ripetutamente per nove giorni? Certamente il motivo non sta nel fatto che Dio non ci sente dal primo giorno e tanto meno che ne siano necessari

Ultimi articoli nella rubrica “Un sacerdote risponde”

Carica altri articoli

In evidenza nella rubrica “Un sacerdote risponde”

Carica altri articoli

Sezioni consigliate

SAN DOMENICO DI GUZMAN

San Domenico del Beato Angelico

Il fondatore dell’Ordine dei Predicatori, anche chiamato ordine domenicano

leggi per saperne di più

CONFRATERNITA
DEL S. ROSARIO

La Confraternita del Santo Rosario: cos’è e come aderirvi

leggi per saperne di più

MILIZIA
ANGELICA

La Milizia Angelica: quali i vantaggi che se ne acquisiscono

leggi per saperne di più

CONSIGLI PER BUONE LETTURE

Il nostro carisma è la parola: anche attraverso la redazione di libri

leggi per saperne di più

Ultimi articoli di spiritualità domenicana

Carica altri articoli