Gentile Padre Angelo,
vorrei capire come mai il nome di Dio, presente ben cinquecento volte nella Bibbia ebraica (Yahweh nella nostra Bibbia è stato completamente cancellato e sostituito con “Dio”, o “il Signore”.
Ho una mia teoria: (…).
Mi perdoni padre per il tono forse troppo diretto, ma per me questa domanda e la sua eventuale risposta é davvero importante.
Con sincera gratitudine.


Carissimo,
1. il nome di Yahweh lo si trova nell’Antico Testamento non solo 500 volte, a ma dirittura 6823.
È il nome proprio del Dio d’Israele.
Questo nome non poteva essere pronunciato dagli ebrei e veniva sostituito nella pronuncia con Elohim o Adonai.
Il tetragramma YHWH per comodità di pronuncia è stato arricchito di due vocali a e e, e così è diventato Yahweh.
Nell’Antico Testamento per indicare Dio spesso viene usato anche il nome Elohim, che è plurale e lo si trova 2550 volte.

2. Adonai, nome con cui si sostituiva Yahweh nella pronuncia, significa Signore.
E quando l’Antico Testamento dai LXX fu tradotto in greco Yahweh e Adonai divennero Kyrios, che significa Signore, in latino Dominus.

3. Nel Nuovo Testamento, scritto in greco, il nome Yahweh evidentemente non compare mai.
Vi troviamo la parola greca Theòs, che significa Dio.
Ma nei Vangeli Gesù chiama Dio sempre con il nome Padre.
E spesso Theòs e Padre si identificano.

4. Quando Pietro dice a Gesù: “Tu sei il Cristo, il figlio del Dio vivente”, il greco riporta Theòs, che evidentemente s’identifica con il Padre.
Quando Tommaso apostolo loda Gesù dicendo “Mio Signore e mio Dio” gli tributa due nomi che sono di Dio Padre.
Del resto Gesù aveva parlato chiaramente della sua perfetta uguaglianza con il Padre quando aveva detto: “Io e il Padre (Dio) siamo una cosa sola” (Gv 10,30).

5. Ecco dunque i motivi per cui nel Nuovo Testamento – scritto in greco – non compare mai il nome di Yahweh.
Ma vi si trova l’equivalente greco Kyrios, nella traduzione latina Dominus, e in quella italiana l’italiano Signore.

6. Così sono eliminate tutte le ipotesi da te abbozzate (alcune troppo colorite!) alle quali ho fatto riferimento con la parentesi puntinata.

Ti ringrazio di avermi dato l’opportunità di fare chiarezza sul nome di Dio, ti ricordo al Signore e ti benedico.
Padre Angelo