Questo articolo è disponibile in: Italiano

Quesito

In quali punti il vangelo… la Bibbia proibisce i rapporti omosessuali, considerando che anche il matrimonio tra queste persone è ormai legalizzato in Italia…..
Come si può spiegare che questo tipo di “amore è sbagliato?” quando si oppone il fatto che il Signore allora non li avrebbe fatti nascere con queste tendenze?
Grazie per le risposte chiare che vorrà darmi anche alla mia mail

 


 

Risposta del sacerdote

Carissima,
1. per la prima domanda puoi cliccare sul motore di ricerca del nostro sito.
È stato messo apposta per trovare subito la risposta senza ripetere all’eccesso le medesime domande.
Forse è latente in ognuno di noi il pensiero che a fare certe domande siamo i primi, mentre quelli che ci hanno preceduto si sono poste le medesime domande. E hanno trovato le risposte.

2. Vengo dunque al resto della tua mail e dico che non è proibito e nessuno può proibire che due persone dello stesso sesso si vogliano bene.
Ci si può voler bene legittimamente in tante maniere.
Nessuno può dire a due amici omosessuali che il loro affetto sia sbagliato.
Penso che su questo siamo tutti d’accordo.

3. Se invece vuoi parlare dei rapporti sessuali bisogna essere onesti e riconoscere che i sessi non sono fatti e non sono strutturati per congiungersi in maniera diversa tra quella naturale del maschio con la femmina.
Questo non sono io a dirlo, ma è la realtà che si impone da se stessa.

4. La fede cristiana si domanda se un simile tipo di rapporti sia santificante per le persone.
Perché la questione del giusto e dello sbagliato infine riguarda l’obiettivo della santificazione.
Se non si tiene presente questo, si dialoga tra sordi e si discute su piani diversi.

5. Poiché tu hai portato il discorso sul piano della fede devi stare a questa premessa: se la pratica omosessuale sia una strada che Dio ha preparato per la santificazione delle persone.

6. Tu dici che la società le ha legalizzate.
Ebbene, va ricordato che la società civile legifera in ordine al bene comune e in riferimento al nostro problema emana le leggi che le sembrano più opportune.
Ma il suo obiettivo, ripeto, è quello del bene comune.

7. La Chiesa invece ha il compito di dire se questo tipo di condotta sia santificante per la persona.
Da questo risulta chiaro che ci si pone su due piani diversi.
Il fatto che lo stato italiano legalizzi le unioni omosessuali non dice niente in riferimento all’obiettivo della santificazione.
Non dice niente semplicemente perché non è di sua competenza.

8. Per quanto riguarda il compito della Chiesa, che è su un piano diverso da quello della società civile, va ricordato che la Chiesa non è autrice della legge morale, ma la riceve da Dio.
E a proposito dell’omosessualità la Chiesa si trova di fronte a varie affermazioni tutte molte forti.
Una di queste è la seguente: “Perciò Dio li ha abbandonati all’impurità secondo i desideri del loro cuore, sì da disonorare fra di loro i propri corpi…
Li ha abbandonati a passioni infami; le loro donne hanno cambiato i rapporti naturali in rapporti contro natura.
Egualmente anche gli uomini, lasciando il rapporto naturale con la donna, si sono accesi di passione gli uni per gli altri, commettendo atti ignominiosi uomini con uomini, ricevendo così in se stessi la punizione che s’addiceva al loro traviamento…
E pur conoscendo il giudizio di Dio, che cioè gli autori di tali cose meritano la morte, non solo continuano a farle, ma anche approvano chi le fa” (Rm 1,24.26-27.32).
Se la Chiesa vuole portare agli uomini la Rivelazione di Dio circa l’omosessualità non può prescindere da questa pagina.

9. All’interno della società civile nessuno è costretto ad essere cristiano.
Ma nessuno può proibire ad un cristiano di pensare come la pensa Dio.
I cristiani non costringono nessuno a pensare come loro.
E hanno anch’essi il diritto di seguire Gesù Cristo.

10. Infine nella mail vien posta un’ultima domanda: perché l’amore tra omosessuali dovrebbe essere sbagliato dopo che il Signore li ha fatti nascere così?
Ho fatto delle distinzioni e ho detto che il loro volersi bene non è sbagliato.
E ho detto che secondo la Divina Rivelazione è sbagliato qualcosa d’altro.
Ma per dire che Dio li abbia fatti nascere così bisognerebbe portare qualche prova.
I nostri progenitori, Adamo ed Eva, Dio li ha voluti maschio e femmina.
Nella trasmissione della vita sono i genitori a donare quanto serve a formare un corpo.
Dio interviene creando l’anima.
L’inclinazione omosessuale non deriva dall’anima che è spirituale, ma dal corpo.
Pertanto l’affermazione che Dio li abbia fatti così non è corretta.

Ti auguro ogni bene, ti ricordo al Signore e ti benedico.
Padre Angelo

articolo disponibile in inglese

Questo articolo è disponibile in: Italiano