Quesito

La ringrazio x la risposta e su molte cose mi ha chiarito,
Nel contempo ho identificato e messo a fuoco la domanda che realmente risponderebbe al problema totale:
1) il diavolo è creatore? Può creare il male dal nulla oppure è una facoltà che gli è data da Dio? (visto che tutto viene da Dio unico CREATORE di ogni cosa spirituale e materiale.)
2) quello che si chiama – libero arbitrio   è comunque cosa creata da Dio no?  sono sempre create da Dio tutte le opzioni di bene o di male che a noi (pare di scegliere..) all’interno di quella che noi chiamiamo LIBERTA? 
3) tento di riassumere : Lucifero ha scelto qualcosa che Dio gli aveva già predefinito che lui operasse ..oppure è un LIBERO creatore  anche lui e che si contrappone al nostro Dio??
Insomma FEDE e RAGIONE non è poi tanto facile conciliarle cme diceva Woityla… io non ne vengo fuori… (x ora!..)
Sto tentando di demolire il fatto che la mia stessa fede sia una opera di autosuggestione a scapito di quella che (a monte..) è una verità cosi oggettiva .. che viene troppo spesso coperta dalla parola: MISTERO (che pure resta tale!..) solo che per me lo diviene DOPO le cose che sopra ho elencato e non PRIMA..  la parola MISTERO incomincia DOPO ogni possibile spiegazione oggettiva possibile e non PRIMA…  giusto?
Io frequento chiesa e sacramenti ma sento che non mi basta più l’atteggiamento del credere che finisce sempre per non dare risposta né a me né al prossimo..e questo demolisce l’anima dall’interno..(ferme restando le verità spirituali di bene e di buone parole che a tutti ci fanno sempre piacere…)
GRAZIE Padre!
buone feste dell’Immacolata e di buon Natale 


Risposta del sacerdote

Carissimo,
1. trarre dal nulla è prerogativa esclusiva di Dio.
Il diavolo non può creare. Al massimo può ricomporre la materia, compiendo prodigi, come ha ricordato Nostro Signore.
Ma anche questo lo fa entro i limiti stabiliti da Dio e per i fini per i quali Dio lo permette.

2. Quello che chiamiamo libero arbitrio non è che una caratteristica della volontà umana. La quale volontà è stata creata da Dio ed è una delle due facoltà dell’anima razionale (l’altra è l’intelletto).
Le opzioni di bene o di male sono frutto della volontà umana, la quale è signora di se stessa, proprio perché è libera.

3. Lucifero non ha creato nulla. Ha semplicemente rifiutato il progetto di Dio e si è trovato separato da Dio, sorgente di ogni bene.

4. Giovanni Paolo II ha scritto un’enciclica intitolala Fides et ratio per dire che la fede e la ragione, avendo un unico Autore e un unico Fine, non possono non andare d’accordo.

5. La fede non è opera di autosuggestione.
La ragione stessa pone i fondamenti della fede riconoscendo l’esistenza di Dio e l’immortalità dell’anima. Se l’anima è immortale, se l’obiettivo ultimo dell’uomo è un obiettivo trascendente in che cosa consisterà questo obiettivo?
Solo Dio ce lo può dire e ce l’ha detto attraverso al Rivelazione.

6. Mistero non significa buio, ma realtà nascosta.
Dal momento che Dio infinitamente al di sopra di quanto possiamo pensare di Lui, parliamo di mistero di Dio perché non lo conosceremo mai del tutto, neanche in Paradiso.
Dovremmo avere un’intelligenza grande quanto è grande la Sua per poterlo conoscere adeguatamente.
Solo Dio conosce se stesso in tale modo.

7. Sono contento che tu frequenti la Chiesa e i Sacramenti.
Continua a farlo.
Ma va anche bene che questo non ti basti. Devi andare oltre.
Dio ti ha dato l’intelligenza perché tu abbia la capacità di aderire a realtà che superano la nostra conoscenza. E vi aderisci mediante la fede.
Nello stesso tempo Dio ti ha dato la ragione per approfondire la fede e trovare la logicità di quanto credi.
Per questo Sant’Agostino ha detto: “Intelligo ut credam (“Voglio ragionare per credere) e “credo ut intelligam” (credo per conoscere ancora di più).

Ti auguro una serena Santa Pasqua.
Ti ricordo al Signore e ti benedico.
Padre Angelo