La concessione divina di mangiare la carne degli animali

La concessione divina di mangiare la carne degli animali

Quesito

Caro padre Angelo,
se leggiamo la genesi, vediamo che i primi uomini si cibavano di erbe e solo dopo il peccato iniziano a cibarsi di animali.
Ma questo va interpretato in chiave simbolica come quasi tutta la genesi?
Oppure veramente Adamo era vegetariano?
grazie
LUCA


Risposta del sacerdote

Caro Luca,
stando al testo sacro, è solo dopo il diluvio (e non soltanto dopo il peccato originale) che Dio ha dato all’uomo il permesso di cibarsi anche della carne.
Dio dice a Noè: “Quanto striscia sul suolo e tutti i pesci del mare sono messi in vostro potere. Quanto si muove e ha vita vi servirà di cibo: vi do tutto questo, come gia le verdi erbe” (Gn 9,2-3).
La Bibbia di Gerusalemme annota: “L’uomo è di nuovo benedetto e consacrato re della creazione, come alle origini, ma non è più un regno pacifico.
L’età nuova vedrà la lotta degli animali con l’uomo e degli uomini tra di loro. La pace paradisiaca rifiorirà solo negli ultimi tempi”.
Poiché la Sacra Scrittura è parola di vita, dobbiamo cercare sempre il significato spirituale di ogni racconto. E per il quesito da te posto è ormai abbastanza chiaro.
Non dobbiamo invece leggere in termini semplicemente materiali le narrazioni della Genesi.
Tuttavia non mi dispiace pensare che Adamo fosse vegetariano.
Per la cronaca: nella storia della Chiesa molti santi Padri hanno pensato che anche prima del diluvio gli uomini potessero mangiare le carni degli animali, perché Dio aveva dato ad Adamo il dominio sugli animali e sui pesci.

Ti ringrazio, ti ricordo nella preghiera, ti saluto e ti benedico.
Padre Angelo