Quesito

Salve Padre,
Ho bisogno assolutamente di un consiglio da parte sua, di un aiuto.
Mesi fa,  io e il mio fidanzato (siamo insieme da diversi anni ormai ) abbiamo consumato un rapporto.
Presa dalla foga, dalla paura ( anche dall’ignoranza ) ho preso la pillola del giorno dopo…
Solo ora leggendo un post ho capito che questo viene considerato come un aborto.
Inoltre non so nemmeno se ci sia stato effettivamente l’ingresso del seme maschile ( ero solo confusa e impaurita, non capivo nulla ).
Appresa questa notizia, mi sento male, sono frustrata, ed ho bisogno di confessarmi!
Ma qui nasce il dubbio, posso confessarmi? Rischio di perdere i sacramenti?
Posso confessarmi con un qualsiasi sacerdote?
Io non sapevo tutto questo, se l’avessi saputo, non l’avrei presa, la prego mi dia una risposta, voglio che questo Natale mi porti pace dentro. Sto male.
Grazie


Risposta del sacerdote

Carissima,
1. la pillola del giorno dopo è abortiva, ma non si può sapere se la donna nel frattempo sia stata incinta, perché non in tutti i giorni del mese è fertile.
La scomunica colpisce chi ha effettuato un aborto, non chi dubita di aver compiuto un aborto.

2. Inoltre tu non sei neanche certa se il gamete maschile sia penetrato dentro di te.

3. Pertanto quanto hai compiuto costituisce un doppio peccato: il rapporto e la volontà di interrompere la gravidanza qualora fosse già iniziata.

4. Tuttavia ti puoi confessare da qualunque sacerdote. Anzi, ti esorto a farlo al più presto.
Il Signore ti attende perché ti vuole serena, nella grazia e nell’amicizia sua e nella possibilità di accedere anche alla santa Comunione.

Ti assicuro la mia preghiera  e ti benedico.
Padre Angelo

Questo articolo è disponibile in: Italiano