Questo articolo è disponibile in: Italiano

Quesito

Padre grazie per la risposta di qualche giorno fa.
Le volevo chiedere un grosso favore. Avrei bisogno di un consiglio. Io non sono un religioso ma sono un grande credente. Ma come ogni essere umano ha i miei peccati.
Come Lei sa mi sono sposato in passato e non in chiesa. Oggi voglio divorziare e sposarmi con la mia nuova ragazza e lo voglio fare in chiesa…assolutamente.
Ma oggi ho un problema, la mia ragazza è stata allevata da dei religiosi ed è di un altro paese dove la mentalità è molto più tradizionale della nostra.
Se lei dovesse raccontare che è innamorata di un ragazzo che sta divorziando e che si potrà sposare fra non meno di 3 anni… lei dice che la potrebbero disconoscere.
Come facciamo a gestire questa situazione dal momento che ci amiamo tantissimo?
La ringrazio anticipatamente tantissimo
Daniele


Risposta del sacerdote

Caro Daniele,
quando dici che state divorziando penso che tu alluda alle pratiche di divorzio, e che di fatto tu viva già separato da colei che è stata la tua moglie solo davanti allo stato.
Mi pare allora che, per quanto forte sia l’innamoramento per l’attuale ragazza, un fidanzamento di tre anni non sia eccessivo per conoscersi bene e per non lasciarsi abbagliare da ciò che luccica solo in un primo momento. Con l’ex tua moglie deve essere successo qualcosa del genere.
La tua prima esperienza, risultata fallimentare, deve suggerirti di essere cauto e per nulla precipitoso.
Se poi i genitori di lei sono molto restii a comprendere l’eventuale matrimonio con un ex divorziato, è sufficiente non dire nulla. Saranno i fatti e la tua serietà di vita a fornire le migliori garanzie.

Mi dici che non sei religioso, ma un grande credente.
Non capisco la distinzione. Forse vuoi dire che non sei molto praticante?
Se così fosse, ti direi di frequentare regolarmente i sacramenti (Eucaristia e confessione). Sono troppo importanti per vivere la vita cristiana e non trasformare la religione in una ideologia.
Se invece intendi dire che non sei molto formato nella dottrina cristiana, ebbene è necessario formarsi per essere in grado di rendere ragione della speranza che è in noi davanti al mondo e, un domani, davanti anche ai tuoi figli.

Ti prometto una preghiera e ti benedico.
Padre Angelo

Questo articolo è disponibile in: Italiano