Quesito

Caro Padre Angelo,
io sono un ragazzo di 23 anni. Pratico la castità con la mia ragazza, ma ho dei dubbi su alcune questioni.
Ad esempio cosa è concesso a due coniugi? Solo l’atto sessuale o anche altre pratiche, come orali o masturbazione reciproca, con il raggiungimento dell’orgasmo? E se queste pratiche non sono possibili, come si risolve allora il problema della eiaculazione precoce? Il gesto sessuale, se solo questo permesso, durerebbe talmente poco da essere poco piacevole, e la donna non resterebbe mai soddisfatta, causando un ipotetico vuoto nella coppia. 
ecco se le è possibile rispondere questi sono i miei quesiti.
Ringrazio anticipatamente,
cordiali saluti.


Risposta del sacerdote

Carissimo,
1. il cosiddetto sesso orale e la masturbazione reciproca sono una palese alterazione del disegno divino sulla sessualità umana, che non è stata data all’uomo perché si congiunga sessualmente in qualsiasi modo o per l’autoerotismo.

2. Venendo ai problemi che sottendi alla tua domanda, desidero trascriverti quanto si legge in un manuale serio di morale, di circa mezzo secolo fa:
“Il problema della soddisfazione della donna è reale.
Se il rapporto è compiuto secondo la legge di Dio, la donna ha diritto a questa soddisfazione, che è parte integrante dell’atto coniugale.
Pertanto durante l’atto coniugale è lecito cercare questa completa soddisfazione
sia con il proprio tatto
sia con quello del marito”.

3. Leggo anche che “la donna può fare questo anche subito dopo l’atto o anche prima dell’atto se questo giova al compimento dell’atto coniugale”.
Come vedi, qui siamo in un contesto del tutto diverso dalla masturbazione, ma all’interno dell’atto coniugale di cui si vuole che si realizzino tutti i suoi obiettivi.

4. Nello stesso testo di legge: “Lambire i genitali in genere non è necessario e neanche utile per compiere l’atto.
Spesso ripugna ai coniugi.
Tuttavia talvolta a motivo della frigidità di uno dei due o di tutti e due può essere utili e talvolta anche necessario”.
Come vedi, anche qui siamo al di fuori del sesso orale.

5. Mi compiaccio del cammino di castità che compi con la tua ragazza.
Sono convinto che sperimenterete di continuo la benedizione del Signore.
Continuate così per essere portatori della luce di Cristo sull’amore umano, sul fidanzamento e sul matrimonio.
Vi assicuro la mia preghiera e vi benedico.
Padre Angelo