Una novena consiste in una preghiera recitata per nove giorni.
Perché nove giorni? Si tratta di una tradizione che si innesta sull’imitazione di Maria, madre di Gesù, e dei discepoli, che attesero in preghiera, riuniti nel Cenacolo, il dono promesso dello Spirito Santo (vedi Atti 1:12-14). Questo periodo di attesa durò nove giorni, dall’ascensione di Gesù al Cielo (40 giorni dopo la Sua resurrezione) alla Pentecoste (che significa “il cinquantesimo giorno”).
Ma perché pregare ripetutamente per nove giorni? Certamente il motivo non sta nel fatto che Dio non ci sente dal primo giorno e tanto meno che ne siano necessari nove affinché il messaggio giunga fino a Lui! No, preghiamo ripetutamente come segno della nostra fiducia nella preghiera e in obbedienza al consiglio di Gesù che ci invita a “pregare sempre e non perderci d’animo” (Luca 18:1).
Il Beato Pier Giorgio, “l’uomo delle Beatitudini”, pregava spesso e bene. Il suo esempio può insegnarci a pregare meglio. Le sue preghiere con noi e per noi possono aiutarci a comunicare con Dio con maggiore confidenza e fiducia.

PRIMO GIORNO (25 giugno)

GESU’ dice: “Beati i poveri in spirito perché di essi è il regno dei cieli.”

PIER GIORGIO risponde: la fede datami nel Battesimo mi suggerisce con voce sicura: “Da te non farai nulla ma se Dio avrai per centro di ogni tua azione, allora si arriverai fino alla fine”.

PREGHIAMO: Beato Pier Giorgio, insegnami la vera povertà di spirito. Aiutami a capire che Dio mi ama e che mi chiede di amare gli altri, specialmente coloro che sono nel bisogno. Conducimi a fare delle scelte nella mia vita che prediligano il servizio di Dio e dei fratelli, anziché l’affannosa ricerca di ricchezze e gioie del mondo. Donami una amore speciale per il povero e per il malato.
Beato Pier Giorgio, chiedo la tua intercessione per ottenere da Dio, che ama i poveri, tutte le grazie necessarie al mio bene spirituale e temporale. Con fiducia ti chiedo aiuto (formula la tua richiesta).

SECONDO GIORNO (26 giugno)

GESU’ disse:” Beati gli afflitti perché saranno confortati.”

PIER GIORGIO risponde: La nostra vita per essere cristiana, è una continua rinunzia, un continuo sacrificio che però non è pesante quando solo si pensi che cosa sono questi pochi anni passati nel dolore in confronto all’eternità felice, dove la gioia non avrà misura e fine, dove godremo una pace che non si può immaginare.

PREGHIAMO: Beato Pier Giorgio, insegnami che devo essere anche capace di piangere, per essere capace di gioire. Mostrami come affrontare il mio dolore, senza evitarlo o pretendere che non ci sia. Aiutami ad immergermi in qualsiasi dolore presente così che la mia anima possa svuotarsi ed essere colmata dalla pace del Signore.
Beato Pier Giorgio, chiedo la tua intercessione per ottenere da Dio, che è il Consolatore, tutte le grazie necessarie al mio bene spirituale e temporale. Con fiducia ti chiedo aiuto (formula la tua richiesta).

TERZO GIORNO (27 giugno)

GESU’ dice: “Beati i miti, perché erediteranno la terra”.

PIER GIORGIO risponde: Con la violenza si semina l’odio e si raccolgono poi i frutti nefasti di tale seminagione, con la carità si semina negli uomini la Pace, ma non la pace del mondo, la Vera Pace che solo la Fede di Gesù Cristo ci può dare affratellandoci gli uni con gli altri.

PREGHIAMO: Beato Pier Giorgio, guidami nel pretendere la legittima eredità di figlio di Dio ed erede del Suo regno. Mostrami, con il tuo esempio, come essere lento all’ira e delicato nei miei rapporti con gli altri. Aiutami a comunicare la pace di Cristo, pronunciando parole di pace e vivendo la vita nella pace.
Beato Pier Giorgio chiedo la tua intercessione per ottenere da Dio, che è mite e umile di cuore, tutte le grazie necessarie al mio bene spirituale e temporale. . Con fiducia ti chiedo aiuto (formula la tua richiesta).

QUARTO GIORNO (28 giugno)

GESU’ dice: “Beati coloro che hanno fame e sete della giustizia, perché saranno saziati.”

PIER GIORGIO risponde: Anche noi abbiamo perduto la cosa più bella e più buona che Dio ha dato a tutti gli uomini, ossia la libertà

PREGHIAMO: Beato Pier Giorgio, aiutami a cercare e desiderare la giustizia di Dio, il Suo progetto per la mia vita e per la salvezza del mondo. Mostrami la strada dell’abbandono così che io possa desiderare nient’altro che di essere al servizio del Signore e del Suo regno. Conducimi alla mensa dell’amore, dove sarò realmente saziato
Beato Pier Giorgio, chiedo la tua intercessione per ottenere da Dio, che è Giusto, tutte le grazie necessarie al mio bene spirituale e temporale. . Con fiducia ti chiedo aiuto (formula la tua richiesta).

QUINTO GIORNO (29 giugno)

GESU’ disse: “Beati i misericordiosi, perché otterranno misericordia.”

PIER GIORGIO risponde: L’apostolo S. Paolo dice “la carità di Cristo ci abbisogna” e senza questo fuoco, che a poco a poco deve distruggere la nostra personalità per palpitare solo per i dolori degli altri, noi non saremo cristiani e tanto meno cattolici.

PREGHIAMO: Beato Pier Giorgio, insegnami con il tuo esempio di misericordia ad aprire ancora di più il mio cuore a coloro che sono nel bisogno, specialmente i poveri e i malati. Guidami nell’estendere quella misericordia non solo agli amici ma anche agli sconosciuti, non solo a coloro che mi vogliono bene ma anche a coloro che non mi amano. Aiutami ad essere il riflesso della misericordia di Dio, specialmente nelle parole e in gesti di perdono.
Beato Pier Giorgio ti prego di intercedere presso Dio, che è pieno di Grazia, Misericordioso e Giusto, affinché mi conceda tutte le grazie necessarie al mio bene spirituale e temporale. Per questo mi rivolgo a te, con fiducia, (formulare la propria richiesta).

SESTO GIORNO (30 giugno)

GESU’ disse: Beati i puri di cuore, perché vedranno Dio.

PIER GIORGIO risponde: Ti prego di pregare un po’ per me affinchè Dio mi dia una volontà ferrea, che non si pieghi e non venga meno ai suoi progetti.

PREGHIAMO: Beato Pier Giorgio, conducimi lungo il sentiero della purezza, perché solo i puri di cuore potranno vedere il volto di Dio. Aiutami ad essere fedele all’alleanza che ho stipulato con Dio nel battesimo, che io sia sempre fedele al Suo volere e possa offrirGli una devozione sincera. Mostrami, con la tua vita, come essere coerenti e instancabilmente impegnati a proclamare il regno di Dio sulla terra.
Beato Pier Giorgio, ti chiedo di intercedere presso Dio, che è puro amore e santità, perché mi conceda tutte le grazie necessarie al mio bene spirituale e temporale. Ti chiedo aiuto con fiducia (formula la propria richiesta).

SETTIMO GIORNO (1 luglio)

GESU’ disse: “Beati i portatori di pace, perché saranno chiamati figli di Dio.”

PIER GIORGIO risponde: Ti faccio i miei migliori auguri anzi uno solo, ma credo sia l’unico che da vero amico ad un amico caro si possa fare ed è: La Pace del Signore sia sempre con te poiché quando ogni giorno tu possederai la pace sarai veramente ricco.

PREGHIAMO: Beato Pier Giorgio, nonostante le tue lotte giornaliere, hai trovato la pace trovando benessere nel lavoro, nello studio e nel gioco; nella preghiera da solo e con gli altri; nel silenzio e nel canto, nelle risate e in conversazioni serie con gli amici. Guidami verso quella pace interiore che mi permetta di condividere la pace con gli altri.
Beato Pier Giorgio, ti chiedo di intercedere presso Dio, che è la nostra pace, affinché mi conceda tutte le grazie necessarie al mio bene spirituale e temporale. Mi rivolgo a Te con fiducia, (specificare la grazia richiesta)

OTTAVO GIORNO (2 luglio)

GESU’ disse: Beati coloro che sono perseguitati dalla giustizia perché è loro il regno di Dio.

PIER GIORGIO risponde: Vivere senza una Fede senza un patrimonio da difendere senza sostenere in una lotta continua la Verità non è vivere ma vivacchiare.

PREGHIAMO: Beato Pier Giorgio, insegnami il silenzio di fronte alle umiliazioni e alle critiche ingiuste. Guidami anche ad essere coraggioso come te nello schierarmi con fermezza dalla parte della verità di Dio. Aiutami ad esserGli fedele in tutte le cose, così che la Sua volontà sia fatta attraverso la mia vita. Mostrami come perseverare nella lotta per le cose sante e onorevoli.
Beato Pier Giorgio, ti chiedo di intercedere presso Dio, che è la sorgente della grazia e della verità, perché mi conceda tutte le grazie necessarie al mio bene spirituale e temporale. Mi rivolgo a te con fiducia: (specificare la richiesta).

NONO GIORNO (3 luglio)

GESU’ disse: Beati voi quando vi insulteranno, vi perseguiteranno e, mentendo, diranno ogni sorta di male contro di voi per causa mia. Gioite a siate felici, perché grande è la vostra ricompensa nei cieli.

PIER GIORGIO risponde: Noi, che per grazia di Dio siamo cattolici, non dobbiamo sciupare i più begli anni della nostra vita, dobbiamo temprarci per essere pronti a sostenere le lotte che dovremo certamente combattere per il compimento del nostro programma e per dare così in un non lontano avvenire alla nostra Patria giorni più lieti ed una società moralmente sana. Ma per tutto ciò occorre la preghiera continua per ottenere da Dio quella grazia senza la quale le nostre forze sono vane.

PREGHIAMO: Beato Pier Giorgio, mostrami come sopportare tutte le malvagità pazientemente. Aiutami ad accettare le sofferenze che mi vengono inflitte a causa del mio desiderio di essere fedele a Gesù.
Beato Pier Giorgio, ti prego di intercedere presso Dio, che protegge l’innocente, perché mi conceda tutte le grazie necessarie al mio bene spirituale e temporale. Mi rivolgo a te con fiducia.