Quesito

Caro Padre Angelo,
desidero sapere quante volte correttamente in una giornata si debba fare la comunione ed eventualmente quando è consentito riceverla più volte.
Poiché devo dirlo ad altri vi sarei grata se mi citaste anche le fonti.
Ringrazio di cuore.
Maria


Risposta del sacerdote

Cara Maria,
1. mi chiedi quante volte al giorno si debba fare la Santa Comunione.
Secondo il precetto ecclesiastico si deve fare almeno una volta all’anno, e nel periodo pasquale (can 921,1).
Ma la Chiesa esorta a fare spesso la S. Comunione.
Nel catechismo della Chiesa Cattolica si legge: “La Chiesa tuttavia raccomanda vivamente ai fedeli di ricevere la santa Eucaristia la domenica e giorni festivi, o ancora più spesso, anche tutti i giorni” (CCC 1389).

2. Ma probabilmente tu volevi chiedere quante volte si può fare la Santa Comunione nello stesso giorno.
L’attuale Codice di Diritto Canonico, al can. 917, dice: “Chi ha già ricevuto la santissima Eucaristia, può riceverla una seconda volta nello stesso giorno, soltanto entro la celebrazione eucaristica alla quale partecipa“.

3. Anzi, se si trattasse di ricevere il Viatico (la comunione prima della morte), si suggerisce di riceverla una nuova volta, anche se l’avessero già fatta precedentemente due volte (can 921,2).

4. Per poter fare degnamente la Santa Comunione sono necessarie tre cose:
– essere in grazia di Dio,
– sapere e pensare chi si va a ricevere,
– essere digiuni da un’ora.

5. Tuttavia “gli anziani, coloro che sono affetti da qualche infermità e le persone addette alle loro cure, possono ricevere la santissima Eucaristia anche se hanno preso qualcosa entro l’ora precedente” (can 9190,3).

Ti saluto, ti ricordo al Signore e ti benedico.
Padre Angelo