Quesito

Caro Padre Angelo,
domani Pentecoste lo spirito la ricolmi della sua potenza
Volevo domandarle quale differenza, o somiglianza, ecc… c’è tra il concetto di regno di Dio e Chiesa?
Poi il concetto di chiesa ormai è ridotto solo alla istituzione che si vede…lo amplia.
GRAZIE
Assicuro la mia povera preghiera e conto sulla sua benedizione
GIUSEPPE


Risposta del sacerdote

Caro Giuseppe,
1. Chiesa e Regno di Dio indicano la stessa realtà, ma con sfumature diverse.

2. Gesù stesso (Mt 16,18; 18,17) e, sul suo esempio, san Paolo, san Giacomo, gli
Atti degli Apostoli, chiamano Chiesa (assemblea, convocazione) il nuovo popolo di Dio.
La Chiesa è l’insieme dei convocati, dei chiamati.
Costoro sono chiamati interiormente mediante il soffio dello Spirito Santo che dischiude i cuori e li spinge ad aderire.
E sono chiamati esteriormente mediante l’opera e il ministero dei suoi Pastori e dei suoi predicatori.
Pertanto l’aspetto che la Sacra Scrittura mette principalmente in evidenza con la parola Chiesa è
quello di una moltitudine, prevenuta dalle grazie divine, raccolta intorno a Cristo, che risponde liberamente a questa chiamata e costituisce un organismo soprannaturale
gerarchico.

3. La Chiesa viene chiamata anche il Regno, il Regno di Dio.
Il Regno è la parte dell’universo dove Dio regna ed è obbedito con amore, dove la sua volontà si
compie «come in cielo».
Dio regna pienamente nella vita futura. Ma già di qua regna nei cuori di chi lo accoglie.
Affidando «le chiavi del Regno
dei cieli» nelle mani di Pietro (Mt 16,19), Gesù esprime chiaramente che questo regno
non può, nello stato attuale, fare a meno di una gerarchia.

4. Gesù ha detto: “Non temere, piccolo gregge, perché è piaciuto al Padre vostro di darvi il Regno” (Lc 12,32).
Il piccolo gregge è la Chiesa ancora in esilio sulla terra, ma che custodisce nel cuore la
grazia e la verità comunicate da Cristo (Gv 1,17).
La Chiesa perciò è già il Regno, ma in una fase di peregrinazione e di crocifissione.
E tuttavia non ha motivo di
temere: un giorno il Regno che ora sperimenta persecuzione diventerà glorioso e la vita eterna
che ora è nascosta nel cuore risplenderà apertamente nella gloria del Paradiso.

Ti ringrazio per la preghiera che mi hai promesso. Ci conto.
Da parte mia ti assicuro il ricordo al Signore e la mia benedizione.
Padre Angelo