Quesito

Buon anno padre Angelo!
Vorrei chiederle come mai Nostro Signore Gesù Cristo nelle litanie del Santo Nome di Gesù venga invocato come "magni consilii angele" (angelo del gran consiglio).
Non capisco perchè venga chiamato angelo.
Grazie.
Edoardo


Risposta del sacerdote

caro Edoardo,
1. intanto mi complimento con te, che, pur giovanissimo, conosci le litanie del Santissimo Nome di Gesù.
Sono particolarmente preziose per impetrare e conservare la virtù della purezza.
Di queste litanie i domenicani sono particolarmente devoti e fino a qualche decennio fa ogni seconda domenica del mese facevano la processione all’interno del chiostro in onore del Santissimo Nome di Gesù.

2. Vengo alla domanda che mi hai posto.
Nella Messa di Natale (mezzanotte) la prima lettura è tratta dal Profeta Isaia, il quale parlando del Messia dice: “e il suo nome sarà: Consigliere mirabile, Dio potente, Padre per sempre, Principe della pace” (Is 9,5).
Le caratteristiche della divinità sono ben chiare soprattutto là dove si dice che è “Dio potente, Padre per sempre”.

3. Ma di Lui viene detto anche che sarà “Consigliere mirabile”.
Poiché il Messia è dotato della più profonda sapienza, san Paolo dice che “in Lui sono nascosti tutti i tesori della sapienza e della conoscenza” (Col 2,3).
Possiede in pienezza il dono del Consilio: “Su di lui si poserà lo spirito del Signore, spirito di sapienza e d’intelligenza, spirito di consiglio…” (Is 11,2).
Questa prerogativa di “Consigliere mirabile” è così grande che esorbita dai titoli che ordinariamente si danno ai re di questo mondo.
La comunica ai suoi indicando la via più sicura.
La sua dottrina di vita è sapientissima, infallibile.
Solo di Dio nella Sacra Scrittura si dice che è mirabile per il suo consiglio: “Anche questo proviene dal Signore degli eserciti: egli si mostra mirabile nei suoi disegni, grande nella sua sapienza” (Is 28,29).
Dunque anche il titolo di “Consigliere mirabile” rimanda alla sua divinità.

4. Nelle litanie del Santissimo nome di Gesù, Gesù viene proclamato “Angelo del gran consiglio” perché nel testo di Is 9,5, nella traduzione dei LXX si legge: “Angelo del gran consiglio” e così pure nell’antica versione latina (la vetus latina, che è la versione antecedente la Volgata).
Ma il testo ebraico ha la dicitura di “Consigliere mirabile” e così pura la Volgata, che è la versione ufficiale della Bibbia in latino fatta principalmente da San Girolamo.

5. La parola “Angelo” non deve trarre in inganno perché nell’Antico Testamento nei testi antichi l’espressione “Angelo del Signore” o “Angelo di Jahvè”, non indica un angelo creato distinto da Dio, ma è Dio stesso, sotto la forma visibile in cui appare agli uomini.
Questo è quanto si legge nella Bibbia di Gerusalemme alla nota di Gn 16,7.

Ti ringrazio per il quesito, ricambio gli auguri per il nuovo anno, ti ricordo al Signore e ti benedico.
Padre Angelo

Questo articolo è disponibile in: Italiano