Quesito

Caro Padre
LA FEDE è UN DONO DI DIO
1) allora non si può essere critici verso coloro che non credono e che non seguono Gesù. Se Dio non li attrae a sé non possono convertirsi.
2) i credenti hanno fede non per un merito personale ma per un dono di Dio, un atto di amore di Dio.
Cosa ne pensa?


Risposta del sacerdote

Carissimo,
1. la fede è un dono di Dio perché è una luce di ordine soprannaturale che ci permette di aderire ad un bene di ordine soprannaturale, quale è quello della Divina Rivelazione.
Nessuno pertanto se la può dare da se stesso. Può soltanto riceverla come dono da parte di Dio.

2. Ma dal momento che Dio vuole che tutti gli uomini si salvino e che giungano alla conoscenza della verità (1 Tm 2,4), questo dono lo offre a tutti.
Diversamente gli uomini non avrebbero la capacità di aderire al bene di ordine soprannaturale e salvarsi.

3. Se dunque in qualcuno manca la fede non è perché Dio non gliel’abbia offerta, ma perché c’è stato qualcosa che ha impedito di riceverla.

4. Che cos’è questo qualcosa che ha impedito di riceverla?
Noi non lo sappiamo. Lo sa solo Dio che legge nel profondo dei cuori.
Può darsi che ciò che ha impedito di accogliere la fede sia stata la sua cattiva presentazione o qualche contro testimonianza resa dai cristiani.
Per questo non sta a noi imputare ai singoli la responsabilità della mancanza di fede e dobbiamo astenerci dai giudizi.

5. I credenti hanno la fede per dono di Dio.
Sì, è vero. Ma questo dono viene sempre ricevuto liberamente.
Come il singolo può rifiutarlo, così lo può anche accogliere.
E Dio vuole ascrivere a nostro merito personale la libera accoglienza del suo dono.

Ti ricordo al Signore, ti saluto e ti benedico.
Padre Angelo