Quesito

Caro padre Angelo,
vorrei per favore sapere la differenza tra preghiera, meditazione e lectio divina.
La ringrazio e La saluto.
Alberto


Risposta del sacerdote

Caro Alberto,
1. preghiera, meditazione e lectio divina sono realtà intimamente congiunte tra di loro.

2. Potrei dire che la lectio divina è la forma tipica della preghiera cristiana e che la meditazione ne è la seconda tappa.
Ma in questo modo, pur dandoti una risposta esatta, si potrebbe rimanere al punto di partenza e aver capito ancora poco o nulla.

3. Allora vado per gradi.
Giustamente si dice che la lectio divina è la forma tipica della preghiera cristiana perché parte da Dio che ci parla.
I pagani invece, nel pregare, partono semplicemente dai loro bisogni e si rivolgono a un Dio lontano, senza sapere se questo Dio si prenda cura di loro e se li ascolti.

4. Per noi cristiani il Dio lontano si è reso vicino in Cristo e vive con noi perché è risorto dai morti.
Dio continua a parlarci in Cristo, come faceva con gli apostoli e i discepoli. Ci parla principalmente attraverso le Sacre Scritture che sono una parola viva, efficace e più tagliente di una spada a doppio taglio.

5. È dunque logico partire da lui, aprire il testo sacro, cercare di capire che cosa ci voglia dire, perché intenda parlarci con quelle parole oggi, qui e ora, in questo particolare momento della vita.
Questa modo di pregare si chiama lectio divina.
I due processi che ti ho indicato (capire che cosa ci dice e perché ci parli così) corrispondono alle prime due tappe della lectio: la lectio (lettura) e la meditatio (meditazione).

6. A queste due tappe ne seguono altre due.
La prima consiste nella nostra risposta al Signore. E questa si chiama oratio o anche preghiera.
La seconda consiste nella contemplatio (contemplazione), che è un’unione piena di amore, di ammirazione e di gratitudine col Signore che si è degnato di intrattenerci con quel dialogo, che è più divino e celeste che umano e terrestre.

7. Come vedi la lectio divina comprende dentro di sé la meditazione e la preghiera.

8. Ma di fatto molto spesso nella vita della gente questi due momenti vanno un pò per conto loro e procedono separatamente.
E allora per meditazione s’intende soprattutto una ricerca del perché e del come della vita cristiana, facendosi aiutare da qualche strumento, soprattutto da qualche buon libro.
E per preghiera s’intende qualsiasi elevazione verso Dio per chiedergli cose buone, per ringraziarlo o anche per domandargli perdono dei peccati.

Ti auguro di fare gran profitto nella preghiera, che è la via che ti unisce concretamente a Dio.
Ti assicuro la mia preghiera e la mia benedizione.
Padre Angelo