Questo articolo è disponibile in: Italiano

Caro Padre,
vorrei chiederle quale sia il vantaggio che i demoni ricavano dalle loro azioni sugli uomini.
Grazie per l’attenzione e felice Natale (2019).
Paolo

 


 

Risposta del sacerdote

Caro Paolo,
1. i demoni non traggono alcun vantaggio dalle tentazioni e dalle varie azioni che possono compiere sulle persone umane, ma solo ulteriore pena.
Come dice l’Eterno Padre parlando con Santa Caterina da Siena, anche i demoni sono suoi ministri, benché nolenti.
Pertanto tutto quello che fanno concorre alla maggior gloria di Dio e a loro ulteriore desolazione.

2. Ecco come: “I demoni stanno nell’inferno per far giustizia ai dannati, ma in questa vita fanno crescere le virtù delle mie creature viandanti e pellegrine. Essi le molestano con molte tentazioni o fanno sì che l’uno ingiuri l’altro o tolga le cose dell’altro, non tanto per le cose o per l’ingiuria in sé stesse, ma per privarli della carità. Senonché, mentre credono di privarne i miei servi, li fortificano, provando in essi le virtù della pazienza, della fortezza e della perseveranza.
In questo modo anche i demoni rendono gloria e lode al mio nome e così s’adempie la mia verità in loro, avendoli creati per la gloria e la lode di me, Padre eterno, e perché partecipassero della mia bellezza: ma essendosi a me ribellati per superbia, caddero e furono privati della mia visione; onde non mi rendono gloria per dilezione d’amore.
Ma io, Verità eterna, li ho messi come strumento per esercitare i miei servi nella virtù e come giustizieri di coloro che per i loro difetti vanno all’eterna dannazione. (…).
Sicché vedi che la mia verità s’adempie ugualmente perché mi rendono gloria, non come cittadini della vita eterna, ma come miei ministri di giustizia, perché per loro mezzo io la manifesto sopra i dannati” (Santa Caterina da Siena, Dialogo 81).

3. Santa Caterina dice che se non ci fossero le tentazioni più facilmente gli uomini cadrebbero nel “sonno della negligenza” (Lettera 335) e gli uomini non sarebbero incitati ad essere più virtuosi né risulterebbero vincitori nel combattimento.
La vittoria e la corona eterna dei giusti saranno motivo di perenne invidia per i demoni che li avevano tentati proprio per far loro perdere il premio eterno che Dio dà coloro che vincono.

4. E anche nei confronti di coloro che avessero aiutato a peccare e ad andare all’inferno sarà motivo ulteriore di pena per essere odiati dai loro compagni di sventura eterna ed essere ulteriormente puniti dalla giustizia divina nel giudizio universale.
Come gli angeli santi in Paradiso possono accrescere la loro gloria (accidentale) fino alla fine del mondo, così analogamente i demoni fino al giudizio universale possono crescere nella loro pena.
Pertanto dai tormenti che infliggono agli uomini non ne ricavano alcun guadagno, ma solo crescita di tormenti.

Ti auguro ogni bene per il Natale del 2020, ti ricordo al Signore e ti benedico.
Padre Angelo