Quesito

Caro Padre Angelo,
Mi chiamo P. e ho 17 anni. Ho un grande problema: quello di cadere frequentemente nell’impurità della masturbazione! Io vorrei smettere per sempre di praticare questa azione. Cerco di metterci di impegno,  la sera prima di coricarmi prego Dio di smettere, mi sono confessato e cosí  tengo duro per alcuni periodi ma alla fine in qualche modo ricado sempre e io ci rimango davvero male perchè mi sento devastato dentro, mi sento sporco! Ho davvero bisogno di un Suo consiglio per uscire da questo incubo una volta per tutte! Intanto La ringrazio in anticipo per la sua risposta.
Tanti saluti!!


Risposta del sacerdote

Carissimo P.,
1. ho dato molti consigli per vincere l’impurità.
Ma i due principali sono la preghiera e la vigilanza.
L’ha detto Gesù nell’orto degli ulivi: “Vegliate e pregate, per non entrare in tentazione” (Mt 26,41).

1. Per vigilanza in senso biblico s’intende l’aver sempre lo sguardo rivolto al Signore.
Ad Abramo, nostro padre nella fede, Dio ha chiesto questo: “Io sono Dio l’Onnipotente: cammina davanti a me e sii integro” (Gn 17,1).
Quello che ha chiesto ad Abramo l’ha chiesto a tutti.
Stare alla presenza di Dio è il segreto di ogni integrità, anche morale.

2. L’ha chiesto pure Gesù quando ha detto: “Beati quei servi che il padrone al suo ritorno troverà ancora svegli; in verità io vi dico, si stringerà le vesti ai fianchi, li farà mettere a tavola e passerà a servirli” (Lc 12,37).
I servi dovevano sempre tenere l’occhio attento all’arrivo dello sposo o del padrone appena tornava alle nozze o da un  viaggio.
Per noi tenere lo sguardo rivolto al Signore significa cerca di capire che cosa significa per ogni evento “tutto è stato fatto per mezzo di lui e in vista di lui” (Col 1,16).

3. Purtroppo il nostro sguardo verso il Signore è insidiato da pensieri e immaginazioni impure.
Per questo un grande maestro di vita spirituale San Giovanni Cassiano sulle sue Collactiones facevano la meditazione ogni giorno sia il santo Padre Domenico sia San Tommaso, diceva che “bisogna badare alla testa del serpente (Gn 3,16) cioè al primo apparire dei pensieri pericolosi con i quali egli cerca di strisciare dentro la nostra anima. Perché se noi accogliamo la testa, cioè il primo stimolo del pensiero, finiremo per accogliere il resto del corpo del serpente, cioè consentiremo” (cassiano, Filocalia, I, p. 130).
Allora appena ti accorgi di essere sorpreso da pensieri o sensazioni impure devi rimuoverli con decisione dal tuo cuore.
Avvertirai subito una certa pace e anche una certa tranquillità per un po’ di tempo che sarà proporzionato alla forza e prontezza con cui hai respinto le tentazioni.
Questa è esperienza comune.

4. Il secondo impegno è nella preghiera, che non consiste solo nel recitare le preghiere, ma nello stare in preghiera, nello stare con il Signore fino al punto di poter fare l’esperienza di quanto ha detto Gesù: “Rimanete in me e io in voi” (Gv 15,4).
Quando avvertirai questa presenza e quando ti sentirai tutto occupato dalla presenza del Signore nella tua anima e nel tuo cuore subito ti accorgerai che l’impurità è come un ladro che viene a rubare il tesoro più prezioso dal tuo cuore: la presenza di Gesù.

5. Per vivere quest’esperienza di preghiera ti suggerisco il Santo Rosario quotidiano, recitato secondo le indicazioni che più volte ho dato:
ricostruzione della scena,
– dire grazie a Gesù per quello che ha fatto per te con quell’evento,
– domandare grazie in virtù dei meriti conseguiti da Gesù con quell’evento.
Inoltre:
ricostruisci la scena con lo sguardo, la memoria e l’affetto di Maria.
– Dì grazie come Maria poteva dire grazie per quell’evento.
– Domanda grazie per te e per la Chiesa come sapeva fare Maria.
Maria è sempre la via più breve e più efficace.
Vedrai se la tua vita non cambierà subito anche su questo punto!

6. Nella preghiera è racchiusa anche la frequenza ai sacramenti della Chiesa, in particolare a quello della confessione al quale ti accosterai anche in assenza di peccati gravi e dal medesimo sacerdote.
Un documento della Chiesa dice che “il sacramento della Riconciliazione, attraverso la grazia che gli è propria e con l’aiuto della direzione spirituale, non solamente rafforza la capacità di resistere al male ma dà coraggio di risollevarsi dopo una caduta (Orientamenti educativi sull’amore umano, 45).

7. Ti allego alcune risposte date sull’argomento che aggiungono tanti altri spunti.
?AD – Che cosa fare per uscire dalla pornografia e da quello che ne …
www.amicidomenicani.it/leggi_sacerdote.php?id=4299
29 set 2015 Purtroppo, la visione di quei dannati film è stata presto accompagnata dalla masturbazione. Da quando ho preso consapevolezza del mio …

?AD – Mi sento "sporco" e anche umiliato da me stesso a motivo dell …
www.amicidomenicani.it/leggi_sacerdote.php?id=4288
17 set 2015 Sono in ragazzo di 2… anni e vorrei tanto uscire da quella che io chiamo … Per uscire dalla masturbazione ci vuole anzitutto la volontà.

?AD – Chiedo solo una cosa padre, secondo la religione cattolica la …
www.amicidomenicani.it/leggi_sacerdote.php?id=2954
9 giu 2014 Vede padre è da un po di tempo che convivo con la masturbazione. … Tutto viene armonizzato dalla natura la quale, nella sua razionalità, …

?AD – Premessa la gravità oggettiva della masturbazione, che fare …
www.amicidomenicani.it/leggi_sacerdote.php?id=2031
12 ott 2011 Il S. Ufficio alla domanda: “È lecita la masturbazione direttamente procurata con … per il fatto stesso di aver ricevuto questa facoltà dalla natura.

?AD – Cado nell’impurità e non posso fare la Comunione, ma senza …
www.amicidomenicani.it/leggi_sacerdote.php?id=1679
23 set 2010 Sto cercando di uscire da una situazione di dipendenza dalla masturbazione, aiutandomi con la Fede. Tuttavia il percorso è lungo e, nel caso …

?AD – Ho chiesto al Signore di essere liberato dall’impurità e mi ha …
www.amicidomenicani.it/leggi_sacerdote.php?id=2596
15 giu 2013 Dimenticavo: ero anche vittima della masturbazione e della …. Adesso sei liberato dalla pornografia e dal peccato impuro che ti teneva …

?AD – Voglio dei consigli concreti per vincere il peccato impuro che …
www.amicidomenicani.it/leggi_sacerdote.php?id=1622
28 lug 2010 Io cado molto spesso nello stesso peccato, la masturbazione! … che questo grave peccato mi allontana da Dio, dalla sua grazia, dal regno.

?AD – Padre, ho bisogno di un consiglio riguardante la masturbazione
www.amicidomenicani.it/leggi_sacerdote.php?id=2139
14 mar 2012 Purtroppo e sfortunatamente mi capita di praticare la masturbazione nei momenti più … Ho visto dei ragazzi e delle ragazze uscire in modo così deciso da questa … Il cristiano poi ha dalla sua la forza di Cristo” (A. Gasparino, …

?Amici Domenicani – Un sacerdote risponde – Sezione pastorale
www.amicidomenicani.it/categoria_sacerdote.php?id=41
Dal giorno in cui feci la Cresima mi allontanai dalla Chiesa e ho vissuto da " credente non …… sono precipitato di nuovo nel tunnel della pornografia e della masturbazione … Un consiglio su come uscire da questa situazione di poco fervore.

?Amici Domenicani – Un sacerdote risponde – Morale sessuale e …
www.amicidomenicani.it/categoria_sacerdote.php?id=34
Quando ho iniziato a praticare la masturbazione ignoravo la sua natura peccaminosa, … So che i rapporti sessuali orali sono proibiti dalla Chiesa, ma cosa è lecito nel rapporto … Mi aiuti a uscire dal tormento della convivenza omosessuale.

Ti accompagno volentieri con la preghiera e ti benedico.
Padre Angelo