Quesito

Gentile padre Angelo,
Le chiedo: chi fa tanto male e chi lo subisce nell’adesione alla Parola che invita alla mansuetudine: ma Dio vede l’ingiustizia, la calunnia, la cattiveria? Trovo tanto faticoso amare chi ci perseguita, ma ci sarà finalmente GIUSTIZIA? Verrà svelato l’inganno? E’ giusto pensare alla ricompensa dei buoni e alla condanna dei malvagi? E’ giusto aspettare tale intervento solo nell’altra vita, quella VERA?
Pace e bene
E.


Risposta del sacerdote

Carissima E.,
1. di là certamente tutto sarà svelato e sarà fatta giustizia perfetta.

2. Più che pensare al castigo dei malvagi, dobbiamo pregare e fare qualcosa perché non si perdano eternamente.
Dio li ama e questo è sufficiente perché li amiamo anche noi.
Non si tratta di amare i loro perversi progetti e le loro malefatte, ma le loro persone.
Commuove il pensiero che Cristo sarebbe disposto a incarnarsi di nuovo e finire sulla croce per quelli che sono causa di tanti mali.

3. Ho l’impressione che in questo momento tu sia soffrendo molto a causa di alcune persone.
Sono certo che anche in questa situazione il Signore non ti abbandona e che puoi dire che queste sofferenze sono la causa di una particolare vicinanza di Gesù alla tua persona, di tanti lumi e di tante grazie!
Succede sempre così. Il Signore è fedele.

Ti ricordo al Signore e ti benedico.
Padre Angelo