Quesito

Buongiorno padre Angelo
Mi trovo in un grosso imbarazzo ed ad un punto cruciale della mia vita. Vado a raccontarle brevemente la situazione:
– Mi sono sposato solo civilmente
– Dopo pochissimi mesi di matrimonio ho realizzato l’impossibilità di vivere con la mia ex moglie (al momento sono separato di fatto)
– Adesso ho chiesto l’annullamento del matrimonio
– Ho sentito la chiamata di Dio ad un impegno più grande (diventare sacerdote e dedicare a Lui totalmente la mia vita) e sto pensando di parlarne con un sacerdote, ma la mia situazione personale lo rende molto complesso

Mi aiuti non so come procedere:
– Non ho molte speranze di avere l’annullamento civile, quindi penso di procedere al divorzio
– Non mi posso confessare e prendere i sacramenti
– Vorrei impegnarmi per Cristo al 100 % ma ho paura di parlarne con chiunque

Grazie mille anticipatamente
Un fedele in crisi


Risposta del sacerdote

Carissimo,
1. intanto il tuo matrimonio civile davanti alla Chiesa è nullo. In altri termini: per la Chiesa tu non sei sposato. Sei libero.

2. Non farti cruccio se non ottieni l’annullamento civile. Il divorzio rimedia ad eventuali oneri di giustizia qualora vi fossero.
La cosa che più conta è la tua situazione davanti a Dio e alla Chiesa: tu sei libero.

3. Tu, se vivi in grazia di Dio, puoi già fin d’ora confessarti e accostarti all’eucaristia.
Prima, quando eri sposato solo civilmente non potevi accostarti ai sacramenti. Adesso l’ostacolo è rimosso e tu puoi godere dell’abbraccio del Padre misericordioso (è da tanto che ti aspetta!) e accostarti alla sacra Mensa.

4. È giusto che tu parli con un sacerdote del pensiero che da qualche tempo attraversa la tua mente: la volontà di dedicarti a Cristo al 100%.
Questa scelta, in sé, è ottima, ma è necessario fare un autentico discernimento per vedere se si tratta di vera chiamata, se non si tratta semplicemente di una delusione o di una fuga dal matrimonio.
Se col sacerdote appurerai che si tratta di vera chiamata, allora tutto è possibile, anche il sacerdozio, anche la vita consacrata.
Mi auguro che sia così. Sarebbe la scelta migliore per te e per tanti che attendono un prete per la loro salvezza in tutti i sensi.

Intanto ti chiedo di pregare molto anche per trovare il sacerdote giusto che ti possa accogliere, capire ed aiutare.
Unisco volentieri la mia preghiera alla tua perché il Signore ti illumini.
Ti benedico
Padre Angelo