Quesito

Caro Padre Angelo,
sono G., purtroppo sono stata per otto anni nell’organizzazione dei testimoni di geova e studiando le loro pubblicazioni ho perso la vera via , nel gennaio del 2016 ho subito un bruttissimo intervento che nelle 24 ore si è ripetuto un secondo intervento questo mi ha messa di fronte alla vita oppure la morte, nell’organizzazione dei testimoni di geova sono vietate le trasfusioni di sangue mentre si studia con loro ti fanno credere che al posto delle trasfusioni di sangue ci sono valide alternative perché geova desidera il meglio per le persone.
Purtroppo io queste valide alternative da loro pubblicizzate non  le ho trovate
Dopo questo intervento i miei sensi di colpa erano tanti e ne parlavo con tutti quelli che consideravo fratelli e sorelle spirituali, venni chiamata dagli anziani ( coloro che prendono la direttiva ) e con un comitato giudiziario davanti a tre anziani venni considerata grave peccatrice e disciplina, se volevo continuare ad essere testimone di geova avrei dovuto fare un percorso di pentimento, ma io già ero pentita perché mi sentivo peccatrice, questo percorso consisteva nel fatto di frequentare le riunioni entrando in sala per ultima e uscire per prima per non disturbare i fratelli e sorelle perché dopo l’annuncio fatto dal podio non dovevano più salutare, questo percorso si protrae per circa un anno.
Io amavo i miei fratelli e sorelle spirituali e non vedevo l’ora di riabbracciarti, scrissi una lettera per essere riassociata nell’organizzazione, la risposta fu che per il grave peccato che io avevo commesso il tempo passato era poco.
Questo mi porto grazie a Dio a fare ricerche e con il suo immenso amore e aiuto compresi tante cose che riguardano quella organizzazione, purtroppo all’interno di essa ora ho tre meravigliose figlie che sono scappate da casa perché io sarei un pericolo spirituale per loro, sarei satana e sarei mentalmente malata, questo perché viene fatto studiare dalle pubblicazioni Torre di guardia.
È dal 26 Ottobre del 2016 che non abbiamo più contatti con le nostre figlie io mio marito e mio figlio adolescente, e anche mia suocera e i miei anziani genitori.
Vi scrivo perché uscendo da quella organizzazione si esce confusi e purtroppo tornare ai sacramenti cattolici è quasi un aver paura di sbagliare.
Se vi fa piacere aiutarmi vi lascio il mio numero di telefono e vi ringrazio per l’ascolto e l’aiuto che vorrete darmi.
Grazie

 


 

Risposta del sacerdote

Carissima,
1. solo oggi sono giunto alla tua mail. Me ne dispiace tanto e te ne domando scusa.
È una grazia essere stata cacciata dai tdg.

2. L’interpretazione della Sacra Scrittura, tradotta come vogliono e con l’eliminazione  dei libri che contraddicono le loro fantasie, è sbagliata.

3. La Bibbia va interpretata come è sempre stata interpretata, e cioè secondo la Tradizione.
È dalla Tradizione che abbiamo ricevuto i testi Sacri e pertanto vanno interpretati secondo la Tradizione.

4. La Tradizione a sua volta è stata autenticata dalla Chiesa, alla quale Cristo ha dato il compito di insegnare, garantendole lo spirito di verità: “E io a te dico: tu sei Pietro e su questa pietra edificherò la mia Chiesa e le potenze degli inferi non prevarranno su di essa.
A te darò le chiavi del regno dei cieli: tutto ciò che legherai sulla terra sarà legato nei cieli, e tutto ciò che scioglierai sulla terra sarà sciolto nei cieli»” (Mt 1618-19).
Come vedi, le chiavi del regno dei cieli Cristo non le ha date ai singoli, tanto meno ai tdg, ma a Pietro.

5. Siccome poi Cristo ha istituito la Chiesa perché governi le sue pecore  e i suoi agnelli fino alla fine del mondo, quello che ha promesso a Pietro, l’ha promesso anche ai suoi successori, come si evince dalla Tradizione.
Leggi qui: ‪Sul primato di Pietro – Amici Domenicani
https://www.amicidomenicani.it/sul-primatodipietro/
19 apr 2012 Insomma i motivi per cui credere nel primato di Pietro vista in questo … non è costituita solo di sacra Scrittura, ma anche di sacra Tradizione.

6. La prima cosa che ti chiedo di fare è di ricuperare il rapporto con la Madonna che Cristo dalla croce ti ha assegnato come madre.
Torna a dire l’Ave Maria. La Madonna è quella donna con la quale Dio ha stabilito perfetta inimicizia con il demonio: “Io porrò inimicizia fra te e la donna, fra la tua stirpe e la sua stirpe: questa ti schiaccerà la testa e tu le insidierai il calcagno” (Gn 3,15).

7. Rivolgiti a questa dolce Madre per ritrovare le tue tre carissime figlie.
Lei che ha ritrovato suo figlio dopo tre gironi di smarrimento e di indicibile dolore ti darà la consolazione di riabbracciare nella vera fede anche quelle figlie che il Signore ti ha affidato perché tu le custodisca per la vita eterna.

8. Adesso vai a confessarti. Ti sentirai liberata.
Cristo ti attende e per mezzo di te attende anche tutti coloro che ti ha affidato.

9. Poi potrai fare la Santa Comunione e ricevere il Corpo del Signore.
A Gesù che viene a te dicendo quanto ha detto a Santa Faustina Kowalska “Sappi, figlia Mia, che quando nella santa Comunione vengo in un cuore umano, ho le mani piene di grazie di ogni genere e desidero donarle all’anima, ma le anime non Mi prestano nemmeno attenzione, Mi lasciano solo e si occupano d’altro” (19.11.1937) chiedigli la grazia del ritorno a casa e del ritorno alla vera fede delle tue figlie.
Nelle mani di Gesù c’è già la grazia del ritorno a casa delle tue figlie.
Magari non sarà immediata, ma se sarai perseverante questo ritorno certamente ci sarà.

Ti auguro di proseguire con la grazia e la pace del Natale nel cuore.
Ti ricordo al Signore e ti benedico e con te ricordo al Signore e benedico tutti i tuoi famigliari.
Padre Angelo