Quesito

Caro Padre Angelo,
mi chiamo W., spesso mi capita di leggere le risposte, molto chiare ed illuminanti, che lei fornisce presso il sito degli Amici Domenicani! E le confesso che molti dei problemi esposti dai tanti visitatori, sono anche miei!
Vorrei esporle un quesito anch’io.
Sono stato fidanzato per sette anni con una ragazza, anche lei credente (forse più di me..), la quale mi chiese di farle da padrino nel ricevere il sacramento della Cresima. Dopo alcuni anni, però, la nostra bella storia finì! Quindi, oggi, rimane la condivisione di un sacramento e tanto amore, da parte mia, non corrisposto da lei, che dice di non amarmi più! Sapendo che il padrino ha il compito di provvedere a che la persona che riceverà il sacramento, si comporti da “vero testimone di Cristo”, la mia domanda è questa: Tranne quello della preghiera, che ruolo ho io nella vita cristiana della mia ex ragazza?
La ringrazio per il tempo che vorrà dedicarmi, e per l’aiuto stupendo che rende a tutti…
W.


Risposta del sacerdote

Caro W.,
1. il padrino e la madrina ampliano in senso spirituale la famiglia che presenta un candidato al Battesimo e alla Confermazione.
Il compito principale del padrino è quello di sostenere i genitori nell’educazione cristiana dei loro figli.
Tra padrino e figlioccio si crea una parentela spirituale che non può essere cancellata.
Quella del battesimo, in passato, costituiva anche un impedimento (dispensabile per altro) per sposarsi. Veniva chiamato “cognatio spiritualis”.

2. Il compito specifico del padrino è quello di accompagnare il candidato dal Vescovo perché riceva la Confermazione.

3. I compiti generali che durano per tutta la vita sono tre:
– la testimonianza di vita cristiana,
– la preghiera,
– i sacrifici.

4. I singoli, a seconda dell’affiatamento e della preparazione, possono escogitare tutti i mezzi utili per ravvivare la grazia della cresima.
Te ne presento uno: nell’anniversario della celebrazione si può passare qualche ora insieme: S. Messa, pranzo, eventuale pellegrinaggio con altri parenti…
Oppure semplicemente andare a Messa insieme, fare un pellegrinaggio…
Non sarebbe bello?

Ti ringrazio per la stima e la fiducia, ti saluto, ti prometto una preghiera e ti benedico.
Padre Angelo