Se l’unicità e l’irripetibilità della persona umana sia identica a quella degli esseri infraumani

////Se l’unicità e l’irripetibilità della persona umana sia identica a quella degli esseri infraumani

Se l’unicità e l’irripetibilità della persona umana sia identica a quella degli esseri infraumani

Quesito

caro padre
si dice che, anche se della stessa specie, ogni uomo è unico e irripetibile, visto che l’anima è creata direttamente da Dio.
Ma mi chiedo: questo non riguarda anche tutto il creato?
Anche ogni albero, animale, pietra ecc… è un unicum. Oppure qui la differenza è solo accidentale (condizioni diverse in cui vengono a trovarsi durante la loro esistenza).
Inoltre mi chiedo: ogni persona ha un proprio carattere e penso che questo dipenda dall’anima.
Ma allora come mai i figli a volte prendono certe qualità dai genitori se l’anima è creata direttamente da Dio?
Non so se sono riuscito a spiegarmi.
come sempre mille grazie.
Luca


Risposta del sacerdote

Caro Luca,
1. ogni uomo è unico e irrepetibile per due motivi:
1) perché ogni anima, in quanto spirituale, è creata immediatamente da Dio;
2) perché il suo dna, che risulta dall’incrocio del dna del suoi genitori, è un dna nuovo.
Invece tutte le realtà infraumane hanno certamente una identità nuova e irrepetibile, ma non sono create immediatamente da Dio. Dio sostiene la loro attività di generazione e corruzione per la sua presenza di immensità (che è quella per la quale governa e sostiene tutte le cose), ma non per un intervento speciale.
L’unicità della persona consiste anche in questo: che, almeno nella sua anima, sussiste per sempre, avendo una destinazione eterna.
Mentre le realtà infraumane, con la loro corruzione, diventano altro da sé, non sussistono per sempre.

2. In riferimento al carattere delle persone: esso risulta non solo dall’anima, ma dall’interazione tra anima e corpo. E per questo l’apporto del dna dei genitori è determinante.

Ti ringrazio, ti seguo con la preghiera e ti benedico.
Padre Angelo