Se il Paradiso sia un luogo

Quesito

Caro Padre
si dice che il paradiso adesso è più uno stato che un luogo.
Allora mi chiedo: le anime non occupano un luogo, però Gesù e Maria hanno comunque un corpo. Allora mi chiedo: il paradiso è un luogo già adesso da qualche parte a cui si aggiungerà l’universo glorificato un giorno?
Grazie.
Luca


Risposta del sacerdote

Caro Luca,
Gesù e Maria, dici bene, sono in Paradiso col loro corpo, ma il loro corpo è glorificato.
Uno dei testi della Scrittura più eloquenti a questo proposito è la prima lettera ai Corinti: “si semina un corpo animale, risorge un corpo spirituale.(…).
Quale è l’uomo fatto di terra, così sono quelli di terra; ma quale il celeste, così anche i celesti. E come abbiamo portato l’immagine dell’uomo di terra, così porteremo l’immagine dell’uomo celeste. Questo vi dico, o fratelli: la carne e il sangue non possono ereditare il regno di Dio, né ciò che è corruttibile può ereditare l’incorruttibilità” (1Cor 15,44.48-50).
Il Paradiso, più che un luogo, è uno stato in cui si è perfettamente uniti a Dio.
All’unione con Dio si viene attrezzati attraverso il lumen gloriae,  che rende proporzionati a vedere Dio, che è nell’ordine soprannaturale, e a godere di Lui.
Nel Dictionaire de Théologie catholique (XIII,1331) si legge: “In nessuna delle definizioni della Chiesa relative al paradiso, al Purgatorio e all’inferno si può trovare alcuna allusione a un luogo.
È sufficiente ricordare che Dio è fuori dello spazio e del tempo e che entra in Paradiso entra in Dio.

Ti ringrazio, ti seguo con la preghiera e ti benedico.
Padre Angelo