Quesito

Carissimo Padre,
sono quel giovane che le ha parlato della tentazione di visitare siti erotici.
Da quanto ho sentito dire, mi sono fatto l’idea che si tratta specialmente di racconti erotici in cui ci si vanta dei tradimenti coniugali e delle trasgressioni più inconfessabili.
Il solo racconto stava contaminando anche a me. Purtroppo ci si vanta troppo di quelle prodezze… ma non ci si chiede perchè si fanno… non ci si chiede perchè bisogna calpestare i sentimenti degli altri nel caso dei tradimenti… non ci si chiede se è davvero giusto usare le persone per il proprio piacere sessuali…


Risposta del sacerdote

Carissimo,
apprezzo la tua riflessione sui siti porno: ci si vanta di cose di cui ci si dovrebbe vergognare, a partire dai sentimenti calpestati delle persone tradite per finire con il rapportarsi con le persone solo per usarle per i propri piaceri sessuali.
Penso che questi visitatori sentiranno il vuoto e la desolazione dell’egoismo allo stato puro!
Sono certo che ci saranno dei momenti in cui queste persone si vergogneranno di se stesse, soprattutto perché avvertiranno di essere prive della cosa più importante: quella di poter amare, di poter donare, e di poter costituire qualcosa di prezioso e di alto e di duraturo per la vita di un’altra persona,anzi di altre persone, e donare così un felicità che non ha termine.
Continua a mantenerti immune. Ti sentirai libero, forte e interiormente puro.
Sono convinto di quello che dice la Sacra Scrittura: “Insieme con essa (la purezza) mi sono venuti poi tutti quanti gli altri beni”.

Ti benedico e ti prometto un particolare ricordo nella preghiera.
Padre Angelo