Quesito

Carissimo P. Angelo,
Noi in famiglia siamo legati per affetto e devozione all’ordine domenicano.
Mio Papà si chiama Domenico, io poi sono molto devoto è legato a S. Tommaso d’Aquino. Lo considero un mio maestro e mio protettore sia per me che per la mia famiglia. Il mio primogenito porta come secondo nome Tommaso in onore di S. Tommaso. E poi tutti i miei figli ne ho due e a (novembre arriva il terzo) portano anche il nome di Maria perché consacrati a Lei.
Per la novena di S. Tommaso tutta la famiglia recita la novena. Io sono un insegnate di religione e ho conseguito il mio dottorato in teologia e ho chiesto sempre l’intercessione di S. Tommaso. 
Volevo chiederLe una cosa: S. Domenico si festeggia l’8 agosto, ma mio padre mi ha detto che mia nonna glielo festeggiava il 4 Agosto. Come mai la festa è stata spostata?
Grazie per il suo tempo, colgo l’occasione per augurarLe una buona festa di S. Domenico, che possa sempre proteggerLa e benedirLa.
La ricorderemo nelle nostre preghiere e in particolare giorno 8 a messa. Le chiedo di pregare per i miei figli.
Un caro Saluto
Alessandro

 


 

Risposta del sacerdote

Caro Alessandro,
solo oggi sono giunto alla tua mail dell’agosto scorso. Ma ancora in tempo per la festa di San Domenico di quest’anno!

1. Come saprai, la festa dei Santi si celebra nel giorno della loro morte, che coincide con quello della loro nascita al cielo.
È il loro dies natalis.

2. San Domenico è morto il 6 agosto del 1221, giorno in cui a quei tempi si celebrava la festa del martirio del Papa San Sisto e dei suoi compagni.
Non era ancora stata fissata in quel periodo la festa della trasfigurazione del Signore.
Per questo Gregorio IX, proclamando Santo il nostro Santo Padre, ne ha fissato la data per il 5 agosto.

3. Nel 1558 papa Paolo IV la trasferisce al 4 agosto perché il 5 di quel mese ha fatto entrare nel Calendario romano la festa della Dedicazione della Basilica di Santa Maria Maggiore, giorno in cui da secoli si venerava la Madonna della neve.
Ed è stato così fino alla Riforma del Calendario liturgico attuata dopo il Vaticano II.

4. Poiché il 4 agosto però è il dies natalis del Santo Curato d’Ars, nel frattempo proclamato patrono dei parroci, la festa del Santo Curato venne fissata nel giorno giusto e fu trasferita quella del Santo Padre Domenico all’8 agosto, primo giorno libero, essendo il 7 occupato dal San Gaetano da Tiene, fondatore dei teatini.

5. Tuttavia a Bologna, poiché San Domenico è patrono secondario della città, e anche in altre parti del mondo la festa del nostro Santo Padre si è mantenuta al 4 agosto.

6. Sono contento di aver fatto questa breve carrellata storica perché qua e la si notano delle imprecisioni.
Ma sono contento anche della vostra devozione alla Madonna e a San Tommaso.
Volentieri ricorderò nella preghiera la tua bella famiglia, allietata ormai dalla presenza del terzo figlio.
Grazie per il vostro ricordo nel giorno del Santo Padre Domenico.
Vi benedico.
Padre Angelo

Questo articolo è disponibile in: Italiano