Quesito

Ad un nostro visitatore ho chiesto di vivere bene il mese di maggio recitando ogni giorno il Santo Rosario, dicendogli che per una buona e sollecita preghiera col Rosario bastano 12 minuti.
Questo nostro visitatore, di diciotto anni, ha risposto:
“Perfetto, dodici minuti non sono affatto troppo, a volte impiego di più per le mie normali preghiere…
Ora però le devo chiedere come funziona di preciso un rosario perché da solo non l’ho mai fatto”.

Ecco la risposta breve che gli ho dato e che per la sua lettura porta via poco tempo ai nostri visitatori e può risultare utile.


Risposta del sacerdote

Caro Lorenzo,
1. sono contento per quello che mi hai scritto.
Ma, ne sono certo, hai reso ancor più contenta la Regina del Cielo, che è tua Madre.

2. Tu conosci senza dubbio la scansione dell’enunciazione del mistero, della recita del Padre nostro, delle dieci Ave Maria e del gloria al Padre.
Questa è la trama materiale del Rosario.

3. Ma mentre reciti il Rosario devi fare tre cose.
1- ripresentare la scena che hai menzionato nel mistero;
2- ringraziare Dio, Gesù, la Beata Vergine per l’evento compiuto a nostro favore;
3- domandare grazie in virtù dei meriti preziosissimi che Cristo ci ha procurato in quell’evento: perché un amore così grande non sia senza frutto.

4. Sono certo che in breve sperimenterai la potenza di questa preghiera, che mette nelle tue mani la vita e la preghiera di Gesù perché siano la norma della tua vita e il tuo prezzo davanti a Dio per qualunque tua necessità.

Ti affido a Maria, Regina del Cielo, e proprio per questo tua potentissima Madre.
Ti benedico.
Padre Angelo