Quesito

Cari Amici domenicani,
Domenica scorsa ho partecipato ad una cresima nella mia parrocchia. C’era un folto gruppo di cresimandi. Il vescovo ha invitato il parroco ad aiutarlo nell’amministrazione del sacramento.
Mi domando: il ministero sacerdotale include in se stesso la capacità di conferire la cresima ad un battezzato??? Cosa manca al ministero sacerdotale del parroco per poter amministrare lui direttamente la cresima come in Oriente???
Vi ringrazio in anticipo
Michele


Risposta del sacerdote

Caro Michele,
1. il vescovo è il ministro originario (o anche “ordinario”) della Confermazione o Cresima.
Infatti gli apostoli Pietro e Giovanni sono andati a infondere lo Spirito Santo a quelli che in Samaria avevano ricevuto il Battesimo (At 8,14-17).
Ma secondo la Tradizione della Chiesa sia occidentale che orientale anche il sacerdote autorizzato dal Vescovo può amministrare la Cresima.
Anzi, il Codice di Diritto Canonico dice che “se un cristiano si trova in pericolo di morte, qualsiasi presbitero deve conferirgli la Confermazione” (can 883,3).
Il Catechismo della Chiesa cattolica commenta: “La Chiesa infatti vuole che nessuno dei suoi figli, anche se in tenerissima età, esca da questo mondo senza essere stato reso perfetto dallo Spirito Santo mediante il dono della pienezza di Cristo” (CCC 1314).

2. Ordinariamente la Cresima viene riservata al Vescovo perché il Vescovo possiede la pienezza del sacerdozio ed pertanto è ben adatto a manifestare la perfezione cristiana comunicata con la Cresima.
Inoltre la presenza del Vescovo manifesta la comunione ecclesiale e conferisce il mandato di essere apostolo e testimone a nome della Chiesa.
In questo modo il vescovo entra personalmente a contatto con ogni membro del suo gregge ed esercita nei suoi riguardi un atto pastorale.

3. In Oriente è il parroco che amministra la Cresima e la dà subito dopo aver amministrato il rito del battesimo. Tuttavia anche in Oriente è presente in qualche modo il vescovo perché questa unzione può essere fatta solo se il myron (il crisma) è stato benedetto dal vescovo.

Ti ringrazio per il quesito, ti prometto una preghiera e ti benedico.
Padre Angelo