Quesito

Mi sono innamorata di un sacerdote. L’ho conosciuto perché dovevo fare il corso prematrimoniale con il mio ragazzo e me ne sono innamorata. Che brutto tiro mi ha giocato il destino. Ora non so proprio che fare. Vorrei dirlo al mio ragazzo…. soprattutto vorrei dirlo al sacerdote. Che devo fare??? Non credo di riuscire a tenermelo per me e non dirgli cio’ che provo.


Risposta del sacerdote

Carissima,
1. è facile innamorarsi di un sacerdote, soprattutto se è bravo e saggio.
Tu l’hai sentito parlare di amore, di fidanzamento e di matrimonio. E da lui forse hai ascoltato cose che non hai mai sentito dal tuo fidanzato.
È facile allora invaghirsi di una persona che ci sembra ancora migliore della persona che si sta amando.

2. Ma quella che stai vivendo è una brutta tentazione.
Secondo me sarebbe gravemente sbagliato rivelare al tuo fidanzato e anche al sacerdote quanto stai vivendo.
Il fidanzato starebbe male e questo alla vigilia delle nozze. Quale potrebbe essere la sua reazione?
Dirlo al sacerdote che significato avrebbe se non quello di indurlo in tentazione?
Tu sai che il Sacerdote è già impegnato affettivamente. È tutto di Dio e indistintamente di tutti i fedeli.

3. A questo punto che cosa devi fare?
Può darsi che il tuo sacerdote sia particolarmente fermo, e me lo auguro. Tuttavia fa sempre piacere sentirsi dire da una persona: ti amo, anche se non s’intende corrispondere.
Ad una persona sposata, che dopo 12 anni di matrimonio sente che sta per innamorarsi di un altro, ho risposto così:
“In questi casi, prima che venga fuori il peggio, è necessario correggere energicamente i nostri pensieri e i moti del nostro cuore.
Questa correzione va fatta rimuovendo con prontezza pensieri e moti contrari alla fedeltà del matrimonio, pregando Dio e la beata Vergine che ci aiutino a superare le tentazioni, evitando particolari familiarità e soprattutto di esternare i nostri sentimenti alla persona interessata.
Qualora ci si accorgesse che tutto questo non è sufficiente, è necessario troncare in radice.
Il Signore è stato chiaro: “Avete inteso che fu detto: Non commettere adulterio; ma io vi dico: chiunque guarda una donna per desiderarla, ha già commesso adulterio con lei nel suo cuore.
Se il tuo occhio destro ti è occasione di scandalo, cavalo e gettalo via da te: conviene che perisca uno dei tuoi membri, piuttosto che tutto il tuo corpo venga gettato nella Geenna. E se la tua mano destra ti è occasione di scandalo, tagliala e gettala via da te: conviene che perisca uno dei tuoi membri, piuttosto che tutto il tuo corpo vada a finire nella Geenna” (Mt 5, 27-30)”.

4. Con grande realismo un documento del magistero della chiesa ricorda che nella vita di tutti, sia di quanti vivono nel celibato come di quelli che vivono nel matrimonio “di fatto capitano in un modo o nell’altro per periodi di più breve o di più lunga durata, delle situazioni in cui siano indispensabili atti eroici di virtù”.

Per te questo momento è arrivato ben presto.
Impara, con l’aiuto di Dio e della beata Vergine, a superare questa tentazione per essere pronta a superare tante altre difficoltà nel percorso della tua vita affettiva. Diversamente potrebbe seguirne un errore dietro l’altro. Forza.

Ti prometto una particolare preghiera e ti benedico.
Padre Angelo