Quesito

Carissimo Padre Angelo,
mi chiamo …, ho 26 anni e da circa 3 anni frequento un movimento ecclesiale.
La vorrei ringraziare infinitamente, per questo grande Servizio di risposte che date ai fedeli e non, perchè un giorno, mentre leggevo una sua risposta, mi sono scese le lacrime dal viso e piangendo ho avuto uno stato di grazia particolare, di amore da parte del Signore, incommensurabile, perchè tramite il Suo amore, mi ha salvato e fatto capire fortemente lo stato di schifo del peccato ma anche di amore, “dicendomi”: “Stai tranquillo che nella tua sofferenza ti sono vicino” ed oltre a questo ha fatto attuare questa grazia, rimuovendo un grosso peccato che mi attanagliava da circa 10 anni ovvero la masturbazione tramite la porno dipendenza, una vera e propria ossessione. Adesso come miracolo non ho più impulsi da parte del mio cervello e mi è venuto ripudio verso il peccato stesso!!!! Sono altresì cosciente che devo continuare maggiormente a lodare e glorificare il Signore indipendentemente da tutto, perché a ricadere in tutte le tentazioni ci vuole poco.
La ringrazio in anticipo, preghi per me e continuo sempre a seguire questa fonte di fede che è il vostro sito!!!!


Risposta del sacerdote

Carissimo,
1. ti ringrazio di averci reso partecipe di due grazie che il Signore ti ha fatto anche attraverso questo nostro povero mezzo di evangelizzazione.
La prima riguarda una tua grande sofferenza.
Non so che cosa tu stessi leggendo nelle nostre risposte.
Ma so che il Signore sa toccare i cuori dei nostri visitatori indipendentemente da quello che noi scriviamo.
Anche noi diciamo quello che Lui stesso ci ha insegnato a dire: “siamo servi inutili”. Perché Lui si serve di tutto, andando ben al di là dei nostri ragionamenti e delle nostre risorse.

2. Sono contentissimo anche che il Signore ti abbia liberato da una grande schiavitù.
Ora sei libero interiormente.
Puoi volare in alto e avvicinarti a Dio come vuoi.

3. La masturbazione è un peso opprimente.
Soprattutto se è accompagnata dalla pornografia che ha un potere devastante.
Fa “tabula rasa”, distrugge tutto, impedisce di camminare nella vita spirituale.
Me ne accorgo continuamente dall’esperienza del confessionale.
Chi ha questo peccato non parla mai dei progressi spirituali. E giustamente, perché non ne fa. È quasi sempre al punto di partenza

4. Quella però che tu hai ricevuto è una grazia straordinaria perché non solo non provi tentazioni, ma addirittura hai un vero ripudio, un rifiuto netto di queste realtà.
Le senti come le vere avversarie o nemiche della tua vita.
Ti impediscono di avere tutto.
Comprendiamo allora ancora una volta e molto bene quel passo della Sacra Scrittura dove si legge che insieme alla purezza ci vengono parimenti tutti gli altri beni.
È verissimo!
Tu adesso ne fai l’esperienza.

5. Prego Dio e la Vergine Santissima che ti conservino la virtù della purezza per sempre e che tu vi corrisponda generosamente.
Il giorno in cui hai ricevuto questa grazia incomparabile è da computare tra i più belli e decisivi della tua vita e, potrei dire, della tua eternità.

Ti ringrazio ancora, anche a nome dei visitatori, che loderanno il Signore con te e con me.
Questa sera ti ricorderò in particolare nella S. Messa.
Fin d’ora ti benedico.
Padre Angelo