Quesito

Caro Padre,
nel Vangelo di Matteo si legge: “Giovanni, che era in carcere, avendo sentito parlare delle opere del Cristo, per mezzo dei suoi discepoli mandò a dirgli: «Sei tu colui che deve venire o dobbiamo aspettare un altro? (Mt 11,2-3) si può dire che  Giovanni abbia dubitato che Gesù fosse il  Cristo?
La ringrazio per quello che fa per noi.
Carlo


Risposta del sacerdote

Caro  Carlo,
1. secondo alcuni interpreti moderni Giovanni Battista sarebbe stato scosso nella sua fede.
Non aveva alcun dubbio che Gesù fosse il Messia perché lo Spirito Santo gli aveva fatto sapere che colui sopra il quale si sarebbe posato lo Spirito Santo era il Messia (Gv 1,33: Io non lo conoscevo, ma proprio colui che mi ha inviato a battezzare nell’acqua mi disse: «Colui sul quale vedrai discendere e rimanere lo Spirito, è lui che battezza nello Spirito Santo»".
Ma secondo le profezie aveva annunciato un Messia che avrebbe ridato la vita, cacciato i demoni, rimesso in libertà i prigionieri. Ed ecco che adesso lui si trova in prigione.
Giovanni Battista sembra domandare: perché mi lasci qua?

2. Invece secondo l’interpretazione classica Giovanni, pur essendo in carcere, vuole mandare i suoi discepoli che erano un pò gelosi che Gesù avesse molto discepoli, perché anch’essi andassero da Gesù e avessero un’ulteriore conferma che era il Cristo.
Oppure anche: Giovanni non poteva più rendere testimonianza a Cristo mediante la sua predicazione. E l’unica cosa che gli rimaneva da fare era quella di mandare i suoi discepoli da Gesù.

3. Considerato che Giovanni aveva detto: "È necessario che io diminuisca e che lui cresca" (Gv 3,30), mi pare che l’interpretazione classica sia più esatta.

4. In ogni caso, anche ammesso lo scossone della fede, Giovanni Battista  sapeva benissimo che Gesù era il Messia, come emerge chiaramente dalle parole riportate in Gv 1,34: “E io ho visto e ho testimoniato che questi è il Figlio di Dio». (Gv 1,34).
Pertanto le Sacre Scritture non lasciano dubbi su questo punto.
Giovanni Battista era certo, ha visto e ha testimoniato.

Ti ricordo al Signore e ti benedico.
Padre Angelo