Rev. Padre Angelo,
ho appena letto alcune informazioni sul vostro sito, e notato quanto esaurienti fossero le spiegazioni sulle due nature del Signore.
Ho letto con attenzione la questione delle due volontà; ma mi rimane un dubbio, che ora, malgrado quanto ho appreso nei corsi di teologia, non so quietare:
Le volontà essendo facoltà, emanazione dell’anima (l’anima ne è – mi pare poter sostenere – il principio), si deve sostenere che ci siano due anime in Cristo, l’umana e la divina? l’anima umana certamente, ma quella divina non s’identifica con lo Spirito Santo ([3° Persona], “emisit Spiritus”)?
La ringrazio di cuore per i chiarimenti che vorrà amabilmente fornirmi, e le auguro Buon Santo Corpus Domini,
Ugo M.


Caro Ugo,
1. per anima s’intende ciò che dà la vita.
Per questo nella Somma Teologica di San Tommaso leggiamo che l’anima è forma del corpo, vale a dire che è ciò che dà vita al corpo.
Ma Dio non ha corpo.
Dunque Dio non ha neanche l’anima.
Neanche gli Angeli hanno l’anima poiché non hanno corpo. Sono sostanze intellettuali, spirituali.

2. Dio non ha un principio che gli comunica vita.
Dio è vita.
Così come Dio non ha una volontà, ma è volontà.
La volontà s’identifica con la sua stessa essenza.

3. Lo Spirito Santo è l’amore personale di Dio.
E poiché la volontà di Dio non solo ama ma è l’amore, ne segue che l’amore di Dio, la volontà di Dio e lo Spirito Santo siano la stessa cosa.

4. Pertanto in Cristo vi è solo un’anima, quella umana.
In quanto Dio, non ha un’anima che comunica vita, ma è vita.

5. Solo per analogia si può parare dell’anima di Dio, come del resto solo per analogia si può parlare di mani di Dio, dell’occhio di Dio o del dito di Dio.
La Sacra Scrittura – ricorda San Tommaso – ci presenta le cose spirituali e divine sotto immagini corporee (Somma teologica I, 3, ad 1).

6. La traduzione latina della Volgata (Ebr 10,38) parla di anima di Dio, ma secondo San Tommaso ne parla per analogia  (Ib., ad 2), nel senso che l’anima qui indica ciò che è gradito a Dio.
Per questo la traduzione della CEI non parla di anima, ma di “amore”.

Ti auguro ogni bene in questa bella festa di San Giovanni Battista e ti ricordo al Signore.
Padre Angelo