Quesito

Caro Padre Angelo,
le ho già scritto in precedenza, dunque ho avuto modo di constatare la sua disponibilità nel fornire risposte puntuali ed esaurienti ai miei quesiti, e per questo la ringrazio.
Vorrei approfittare ancora una volta di questa sua disponibilità, chiedendole alcune cose riguardo il Battesimo:
– la Chiesa ha derivato il Battesimo dalla religione ebraica e, successivamente, lo ha investito di funzione sacramentale: è vero?
Ringraziandola per la sua chiarezza e disponibilità,
Giorgia S.


Risposta del sacerdote

Carissima Giorgia,
il battesimo, come rito d’immersione e simbolo di purificazione e di rinnovamento, era conosciuto dalle religioni antiche e dagli ebrei.
Ma già il battesimo di Giovanni si differenziava da tutti questi per tre aspetti principali:
– mirava a una purificazione non più rituale, ma morale;
– non si ripeteva e rivestiva perciò l’aspetto di una iniziazione;
– aveva un valore escatologico per il fatto che introduceva nel gruppo di coloro che professavano un’attesa attiva del Messia vicino e costituivano in anticipo la sua comunità.
Attraverso queste e altre pratiche, Dio preparava al nuovo Battesimo, istituito da Gesù, e non dalla Chiesa.
Ma Giovanni Battista stesso dirà che il battesimo di Gesù sarà ulteriormente diverso: “Egli vi battezzerà in Spirito Santo e fuoco” (Mt 3,11) e “L’uomo sul quale vedrai scendere e rimanere lo Spirito è colui che battezza in Spirito Santo” (Gv 1,34).
Il Battesimo di Gesù, a differenza dai riti precedenti e anche dal battesimo di quello di Giovanni, non si limita semplicemente a simboleggiare la salvezza o a preparare ad essa, ma la anticipa già al presente, sia pure in germe. Possiede infatti un potere efficace di perdonare i peccati e donare lo Spirito Santo.
Incorporando al Signore morto e risorto, rende partecipi della vita stessa di Dio e introduce visibilmente nella sua comunità di salvezza, la Chiesa.

Ti ringrazio, cara Giorgia, per la stima nei nostri confronti, ti saluto, ti prometto un ricordo nella preghiera e ti benedico.
Padre Angelo