Quesito

rev. Padre,
mi chiamo Gianfranco e le scrivo dalla Svizzera.
Mi permetto di porle una domanda: “Cosa faceva DIO prima della creazione?”
La ringrazio anticipatamente
Gianfranco


Risposta del sacerdote

Caro Gianfranco,
  1. la tua domanda suppone che Dio sia nel tempo.
Dio invece è nell’eterno, e cioè dove non c’è passato e futuro.
È difficile per noi avere un concetto adeguato dell’eterno, proprio perché siamo nel tempo. E per questo siamo portati a immaginare l’eternità come un tempo che non ha mai inizio né fine.
  Ma questo concetto è inadeguato.

2. Il grande filosofo pagano Aristotele aveva capito che in Dio non può esserci tempo: altrimenti sarebbe alla ricerca di una perfezione che ancora non  possiede. Ma in tal caso non sarebbe Dio.
Pertanto lo aveva definito “Motore immobile”.

3. Per venire alla tua domanda, se posso risponderti in termini umani: Dio faceva quello che fa adesso e che farà per sempre.
E con questo dobbiamo riconoscere che la nostra mente è troppo piccola per comprendere la grandezza di Dio.
  Ne sappiamo qualcosa, e con certezza, soprattutto dopo la sua Rivelazione.
Ma quello che non sappiamo di Lui è infinitamente, ma molto infinitamente, di più.
Non ci basterà l’eternità per comprenderlo in maniera adeguata.

Ti saluto, ti ricordo al Signore ti benedico.
  Padre Angelo