Quesito

Caro padre Angelo,
Le volevo fare inoltre questa domanda:
che differenza c’è tra la transustanziazione nell’Eucarestia e l’incarnazione di Gesù? Dal punto di vista sostanziale, fisico, esiste una qualche differenza di natura?


Risposta del sacerdote

Carissimo,
1. per i nostri visitatori che ancora non lo sapessero: per transustanziazione s’intende la conversione della sostanza del pane e del vino nella sostanza del corpo e del sangue del Signore.
La transustanziazione avviene nel momento della consacrazione, nel cuore della S. Messa.

2. Con l’incarnazione il Verbo ha unito alla sua persona divina una natura umana.
Sappiamo che Cristo è una Persona divina, è Dio, con la sua natura divina.
Ma alla sua Persona divina ha voluto unire la natura umana, consistente in un preciso corpo assunto dalla beata Vergine Maria e in un’anima umana, spirituale e immortale.

3. Con la transustanziazione il Dio incarnato (Gesù Cristo) si rende presente sotto le apparenze del pane e del vino.
Ma non unisce a sé la natura del pane e del vino. Perché dopo la consacrazione la sostanza del pane e del vino non c’è più.
Dopo la transustanziazione rimangono solo le apparenze (gli accidenti) del pane e del vino: la qualità, il sapore, la forma precedente, il colore…).

Ti saluto cordialmente, ti assicuro una preghiera davanti a Gesù nel sacramento e ti benedico.
Padre Angelo