Che cosa significa vangeli sinottici e quale sia la loro differenza dagli apocrifi

////Che cosa significa vangeli sinottici e quale sia la loro differenza dagli apocrifi

Che cosa significa vangeli sinottici e quale sia la loro differenza dagli apocrifi

Quesito

Un un’email Benny chiede tra le atre cose la differenza tra vangeli sinottici e apocrifi


Risposta del sacerdote

Caro Benny,
1. Sinottici è una parola che deriva dal greco e significa che hanno la medesima visione. Infatti i tre primi vangeli (Matteo, Marco e Luca) seguono più o meno un medesimo schema e narrano le medesime vicende.
Mettendo su tre colonne la narrazione dei primi tre evangelisti, si può scorgere la stessa sequenza cronologica degli avvenimenti e le varianti che ognuno di loro porta.
San Giovanni invece ha un procedere tutto suo.

2. Chiedi se i sinottici siano evangelisti. Certo che lo sono. Gli autori dei vangeli infatti sono chiamati evangelisti.
Ma forse tu volevi chiedere se erano apostoli.
E allora bisogna dire che Matteo lo era, ma non lo furono Marco e Luca. Questi ultimi due infatti non hanno fatto parte dei dodici scelti da Gesù.

3. Chiedi infine quale sia la differenza che separai Vangeli dagli apocrifi.
La prima differenza è che i vangeli da sempre sono stati accolti dalle comunità cristiane come tali, mentre gli apocrifi fin dall’inizio furono ritenuti inattendibili.
In secondo luogo gli apocrifi sono più tardivi.
Infine lo stile degli apocrifi è tutto sul meraviglioso e miracolistico.
In sostanza: i vangeli sono parola del Signore e le parole che contengono sono tutte di vita eterna.
Gli apocrifi invece sono parole degli uomini.

Ti ringrazio per le tue molte domande. Ti seguo con la preghiera e ti benedico.
Padre Angelo

Di |2006-09-14T15:00:00+00:0014 settembre 2006|Un sacerdote risponde - Sacra Scrittura - Generale|