Che cosa si deve pensare delle promesse legate alle preghiere di Santa Brigida

////Che cosa si deve pensare delle promesse legate alle preghiere di Santa Brigida

Che cosa si deve pensare delle promesse legate alle preghiere di Santa Brigida

Salve Padre Angelo,
volevo farle una domanda che riguarda le 15 orazioni di Santa Brigida, da recitare per un anno.
Tra le diverse cose lette a riguardo non ho capito se le Promesse siano sicure; e dato che vanno recitate ogni giorno, c’è un momento particolare della giornata in cui vanno fatte? Si possono dividere e recitarne diverse in diversi momenti del giorno? E se un giorno dovessi saltare…si recupera o si comincia daccapo?
Grazie padre
Maria


Risposta del sacerdote

Cara Maria,
1. circa la domanda che mi hai fatto è necessario distinguere tra le preghiere di Santa Brigida, che la Chiesa ha approvato e incoraggia a recitarle, e le promesse che vi sarebbero annesse.

2. Ebbene proprio sulle promesse la congregazione del Sant’Ufficio nel 1954 ha emesso un comunicato che ti traduco fedelmente dal latino:
“in alcuni luoghi è stato divulgato un certo opuscolo, dal titolo Segreto di felicità – 15 preghiere rivelate dal Signore a Santa Brigida nella Chiesa di San Paolo in Roma, pubblicato in varie lingue.
Poiché in questo libretto viene affermato che Dio abbia fatto alcune promesse a Santa Brigida, della cui origine soprannaturale in nessun modo consta (de quarum origine supernaturali nullo modo constat), si guardino gli Ordinari del luogo dal concedere il permesso di pubblicare o di nuovo ristampare (caveant Ordinarii locorum ne licentiam concedant edendi vel denuo impremendi) gli opuscoli e che gli scritti che contengono queste promesse”Acta Apostolicae Sedis, XLVI (1954), 64).

3. Il giudizio del Sant’Ufficio è molto forte: “di cui consta in nessun modo la loro origine soprannaturale”.
Questo è in linea con l’atteggiamento da sempre espresso nella Chiesa che non lega alcun automatismo a determinate pratiche
Questi automatismi sono presenti anche in altre preghiere diffuse, come la catena di Sant’Antonio o di Santa Rita, dove si lega la concessione automatica di una determinata grazia dopo aver compiuto un certo numero di esercizi di pietà.
Questa è superstizione e come tale è sempre stata rigettata dalla Chiesa.
Le grazie sono legate alla conversione del cuore e soprattutto alla libera disposizione di Dio che conosce meglio di noi se ciò che consideriamo grazia sia veramente una grazia per noi in vista della santità e della vita eterna.

4. Pertanto fai bene a recitare le preghiere di Santa Brigida, Sono tutte belle e accendono amore per la passione del Signore.
Mentre fai bene a non badare alle promesse allegate della cui origine soprannaturale – così dice la Chiesa – consta in nessun modo.

5. Per le altre modalità di cui mi chiedi un parere, mantieniti assolutamente libero perché così insegna la Chiesa.

Ti ringrazio di avermi dato l’occasione di precisare questo ad utilità di molti nostri visitatori.
Ti ricordo al Signore e ti benedico.
Padre Angelo