Quesito

Rev. Padre
Ho 43 anni, cattolica, praticante e convinta che tutto quello che insegna la chiesa sia puro Vangelo. Ma……..pochi mesi fa x caso ho iniziato a leggere la Bibbia (Ed. S Paolo 1997) e sono rimasta a dir poco sconvolta da alcune diversità e contraddizioni che ho trovato in rapporto a quanto dice la religione cattolica. Ad esempio: le cito i 10 comandamenti, come e’ possibile che io in 40 anni di messe, catechismo e pellegrinaggi, non abbia mai sentito parlare di quello che dice realmente il 2° comandamento? E come me milioni di cattolici! Come ha fatto la chiesa ad abolirlo, stravolgendo cosi’ tutto cio’ su cui si basa la religione catt.?!
Noi fedeli siamo sempre stati invitati,incoraggiati,quasi incitati a pregare e a rivolgere il nostro culto a Maria e ai vari santi che adornano le nostre chiese, lasciando cosi’ DIO quasi in secondo piano. Perche’ nessun religioso dice mai quello che c’e’ scritto sulla Bibbia e cioe’ che DIO e’ un DIO geloso, che la parola di Dio rimane per sempre, ed e’ quella che ci e’ stata annunciata con il Vangelo, quindi anche i 10 comandamenti originali. 1 lett.S. Pietro.
Il Papa, nell’ultimo viaggio a Lourdes, ha parlato dei Santi che in cielo intercedono incessantemente per noi. Ora leggo nella 1 lett. a Timoteo 2;5 S Paolo dice: Unico e’ Dio unico anche il mediatore tra Dio e gli uomini; Gesu’Cristo. Sempre S Paolo nella lett. ai Romani:1;25 Scambiarono la verita’ di Dio con la menzogna e adorarono e prestarono culto alle creature invece che al Creatore.
Ora mi permetto di chiederle: i santi non sono creature di Dio, seppur eccezionali per la loro vita e le loro opere?
Persino S Pietro disse a Cornelio, che gli si era inginocchiato davanti: Alzati, anch’io sono uomo come te. E addirittura nell’Apocalisse Giovanni cadde ai piedi dell’angelo in segno di adorazione, ma egli disse:GUARDATI DAL FARLO, anch’io sono servo come te e come i tuoi fratelli. E’ DIO CHE DEVI ADORARE.
Sec. Luca; GESU’ disse: Adorerai il Signore DIO tuo e a LUI SOLO rivolgerai la tua preghiera.
S Paolo: esiste un solo Vangelo, quello di Cristo, ma alcuni di voi lo vogliono stravolgere ……..
Nell’ultima pagina dell’apocalisse: A chi ascolta le parole profetiche di questo libro dichiaro: se qualcuno fara’ delle aggiunte o sottrarra’ qualcosa Dio fara’ giungere su di lui i flagelli descritti.
A questo punto, io non riesco a capire ……forse nella lettura mi sono persa qualche passaggio fondamentale?  Sicuramente c’è qualcosa che non va.
Le sarei molto grata se volesse chiarirmi un pò le idee. 
Grazie.


Risposta del sacerdote

Carissima,
1. la tua mail sembra scritta da un evangelico fondamentalista.
Ti definisci cattolica, e dici anche che sei praticante, ma dal modo di scrivere non mi pare, soprattutto quando ti scagli contro la Chiesa dicendo: “S Paolo: esiste un solo Vangelo, quello di Cristo, ma alcuni di voi lo vogliono stravolgere ……..” dai la netta impressione che nella Chiesa cattolica non ci sei più.

2. Non dico che tu sia evangelica, ma con gli evangelici è difficile, se non addirittura impossibile, ragionare, perché non ragionano.
Vediamo se con te riesco.
Parto da un esempio tratto dalla tua stessa mail: “Nell’ultima pagina dell’apocalisse: A chi ascolta le parole profetiche di questo libro dichiaro: se qualcuno fara’ delle aggiunte o sottrarra’ qualcosa Dio fara’ giungere su di lui i flagelli descritti”.
Gli evangelici questo versetto ce l’hanno sempre in bocca e qui mostrano quanto grande sia la loro ignoranza, prendendo la sacra Scrittura come un unico libro, scritto da una sola persona, la quale al termine di tutto scrive le parole sopra citate.
E dimenticano che la Bibbia è un insieme di libri, 73 per la precisione.
E non sanno o non vogliono sapere che l’autore di quelle parole non le ha scritte per l’insieme dei libri, ma per l’Apocalisse.
Chi ha scritto l’Apocalisse non ha mai pensato che il suo sarebbe stato l’ultimo dei libri che costituiscono il corpo della Bibbia della sacra Scrittura.
Anzi, l’Apocalisse è stato scritta nel 95. Il Vangelo di Giovanni sarebbe stato scritto dopo, verso il termine della vita di san Giovanni che è morto vecchissimo.
L’ordine dei libri del Nuovo Testamento non segue un criterio cronologico. Il Vangelo di Giovanni è stato messo dopo i sinottici, anche se è stato scritto dopo tutti (o quasi) gli altri scritti del Nuovo Testamento.

3. Vengo adesso alle domande specifiche che mi ha rivolto.
Mi parli del secondo comandamento.
Ho già risposto ampiamente nel nostro sito a domande come la tua. Ti rimando ad esempio alla riposta data il 3 settembre 2009.
È vero che nel decalogo c’era questo comandamento, dato da Dio a motivo del pericolo dell’idolatria. Ma, passato questo pericolo, Dio stesso ordina di fare immagini, come quando ha detto a Mosé: “Fatti un serpente e mettilo sopra un’asta; chiunque, dopo essere stato morso, lo guarderà resterà in vita” (Num 21,8).
Nel Libro della Sapienza si dice chiaramente che la salvezza non veniva dal serpente, ma da colui che in esso era simboleggiato: “Infatti chi si volgeva a guardarlo era salvato non da quel che vedeva, ma solo da te, salvatore di tutti” (Sap 16,7). Ad esso si richiamerà Gesù (Gv 3,14-15).

4. Inoltre Dio ordina a Mosé di mettere immagini di cherubini (sono angeli), sulla Dimora (la tenda che contiene l’arca) (Es 36,8) e perfino sul velo che copre la Dimora (Es 36,35).?
Anche Salomone fa mettere nella cella del tempio due cherubini di legno di ulivo (1 Re 6,23-28). Nella sua reggia vi sono immagini, come le statue di 12 buoi in metallo fuso (1 Re 7,23-26).
Perché gli evangelici non spiegano queste cose?

5. Ma poi non dice san Paolo che Cristo è “l’immagine del Dio invisibile” (Col 1,15).
Dio stesso si è fatto vedere in Cristo. Più chiaro di così!
Il Catechismo della Chiesa Cattolica scrive: “L’onore tributato alle sacre immagini è una venerazione rispettosa, non un’adorazione che conviene solo a Dio” (CCC 2132).

6. Circa il culto ai santi ho pubblicato una risposta il 7 agosto 2010.
In sintesi vediamo che nella Bibbia è Dio stesso che tesse l’elogio dei santi (Sir 44). Se Dio li elogia, non possiamo farlo noi?:
Nell’Apocalisse si legge che “i quattro esseri viventi e i ventiquattro vegliardi si prostrarono davanti all’Agnello, avendo ciascuno un’arpa e coppe d’oro colme di profumi, che sono le preghiere dei santi” (Ap 7,8).
Allora i santi in paradiso pregano e le loro preghiere sono presentate a Dio attraverso la mediazione dei “quattro esseri viventi e i ventiquattro vegliardi”, che non toglie nulla alla mediazione di Cristo.

7. Senza dire che Elisabetta, colma di Spirito Santo, ha lodato la Madonna, dice: “Benedetta tu fra le donne”.
Ebbene, se l’ha detto Elisabetta, non possiamo dirlo anche noi?

8. Lo stesso san Paolo, così profondo sostenitore della mediazione unica di Gesù, insiste nel chiedere che le preghiere dei fratelli cristiani, ancora viventi sulla terra, lo soccorrano presso il Signore (Rm 15,30). Segno evidente che le preghiere dei santi in cielo e l’intercessione dei giusti sulla terra non attenuano affatto la gloria di Cristo mediatore.?

Vedi che allora che la Chiesa non ha né inventato né stravolto nulla.
Un pò più di umiltà, di attenzione, di approfondimento e anche di uso della ragione farebbe capire agli evangelici che sono in grave errore.
Ti ringrazio per il quesito, ti ricordo al Signore e ti benedico.?
Padre Angelo