Quesito

Buonasera
Per prima cosa vorrei ringraziare il vostro impegno! E che Gesu’ Cristo Nostro Signore vi riveli sempre la risposta tramite lo Spirito Santo e che vi proteggi da tutti questi temi difficili Amen!
(Scusate il mio italiano non molto buono, dato che vivo all’estero e non praticandolo molto. A sua volta una risposta semplice con parole che anche bambini possono capire).
Vi ringrazio
Da non molto sto facendo ricerche personali sul fatto masturbazione.
Sopratutto sempre e dico sempre basandomi sulla bibbia la parola del nostro Dio Vivente!!!. Dato che ho gia avuto la grazia di aver ricevuto risposte personalissime tramite la Parola di Dio senza che ciò fosse stato un caso ma Grazia ricevuta (lunga storia(e)). Vorrei infatti chiedere lo Spirito Santo di rispondere alle mie domande.
Ma prima vorrei la vostra risposta su ciò.
Perché Dio vi a messo come ponte per noi con lo Spirito Santo, e di ciò vi ringrazio.
Inizio cosi: fino ai 17 anni non ho mai avuto la necessita di masturbare anzi non ne ero neanche a conoscenza affinche’ ho avuto la mia prima ragazza… (Da 5-17 anni vissuto in internati, istituti e collegi).
Dopo di che ho capito che cosa era.
E lo praticato non molto spesso ma l’ho praticato come non veramente credente, perlomeno non credente come ora. Ma sempre pensando che fosse un peccato e sentendo anche cosi.
Fatto sta che ora ho una fidanzata (una nuova, la seconda, ho 28anni) e stiamo insieme da 8 anni.
Entrambi credenti in Dio e che provano a vivere secondo la sua volontà (senza rapporti sessuali) (estremamente difficile dato che viviamo insieme (so che non é gradito a Dio ma Lui stesso ci ha messo in questa situazione al 100% comunque quest’anno ci vogliamo sposare, ecco perchè forse Lo abbia voluto non saprei). Fatto sta che dopo i 3 o 4 anni che siamo stati insieme più o meno, dopo una confessione con olio benedetto a una messa ((speciale) lo sono tutte speciali in realtà) comunque di …. Sono riuscito per più o meno un anno intero a non peccare più su quel punto "6 comandamento" non parlo di altri peccati.
Poi in qualche modo ho riiniziato ma non molto, avvolte era poco ( 1volta in una settimana o forse pure 2 settimane). E avvolte di più! Passano gli anni con il desiderio di non peccare più come ho già fatto quell’anno ma non ci sono più riuscito, solo tipo un mese intero e poi ricaduto.
E io detto in italiano mi sono rotto, di peccare su quest’ambito non voglio ricadere!
So di peccare molto su altre cose dove ce anche bisogno di Gesù! Ma so anche bene che ce bisogno di umiltà e che il santo e colui che ammette dinanzi a Dio di essere peccatore. Ma ho un forte desiderio di non peccare più su quel punto. Chiaro anche su altri peccati ce bisogno di impegno.
Leggendo la Bibbia arrivo a Levitico, Per esattezza Levitico 15:16
E noto che Dio non mette l’emissione di seme 15:16 a pari, di; 18:22 Non ti coricherai con un uomo come si fa con una donna: è cosa abominevole. Anzi é descritta identica a: 15:18 La donna e l’uomo che abbiano avuto un rapporto con emissione seminale si laveranno nell’acqua e resteranno impuri fino alla sera.
Fra donna e uomo (non si sa adesso se siano sposati o no) ma si deduce che lo sono dato tutta la legge dichiarata da Dio.
Il vecchio testamento non é stato cancellato ma completato. Adesso mi chiedo.
Il peccato quanto e grave?
autoerotismo é veramente peccato mortale come omosessualità? Dopo aver visto la differenza in cui Dio ne parla?
Scusate la lunga e-mail

 

 


Risposta del sacerdote

Carissimo,
ti sei spiegato bene.
Anche per la lingua italiana non c’è male. Complimenti.

1. Innanzitutto desidero sottolineare che da te stesso, pur non essendo molto credente negli anni passati, hai avvertito che la masturbazione era un peccato.
Era una ferita alla tua intimità e alla natura stessa dell’uomo che è fatto per donarsi.
La masturbazione è tutto il contrario del dono di sé. È egoismo e sensualità.

2. Inoltre fino a 17 anni ti sei conservato puro. Poi hai incontrato una  ragazza che ti ha introdotto a questo peccato, dal quale hai cercato di liberartene, senza esservi mai riuscito del tutto.
Anche nel tuo caso si riscontra quanto siano vere le parole del Signore: “In verità, in verità io vi dico: chiunque commette il peccato è schiavo del peccato”  (Gv 8,34).

3. Sei però un ragazzo di buona volontà e confido che ne riuscirai vittorioso del tutto.
Mi dici infatti che le situazioni della vita (che lasci intuire nella tua mail) ti hanno portato di necessità alla convivenza e che sai che questa è sgradita al Signore e che però con la tua ragazza vivi in perfetta castità.
Qui manifesti la tua onestà interiore e qui – in questo tuo comportamento puro – trovo la premessa della vittoria anche sulla masturbazione.

4. Per debellare questo peccato prendi la determinazione di confessarti con regolarità e frequenza (magari anche ogni settimana). La confessione, insieme con l’unzione degli infermi, è uno dei due sacramenti della guarigione cristiana.
Questo sacramento rende partecipi della potenza della risurrezione di Cristo.

5. Vengo adesso alle altre domande.
La masturbazione è un peccato grave.
Ma senza dubbio l’omosessualità è ben più grave tanto che nella Sacra Scrittura è annoverato tra quei peccati che gridano verso il cielo a motivo del grave disordine che introducono all’interno della società.

6. Mi riferisci Lv 15,18: “La donna e l’uomo che abbiano avuto un rapporto con emissione seminale si laveranno nell’acqua e resteranno impuri fino alla sera”.
Si tratta di marito e moglie, come hai inteso.
Ma l’impurità di cui qui si parla non è un’impurità morale, ma rituale. Era un’impurità  cioè rendeva inadatti a celebrare il culto.
Inoltre, non soltanto l’emissione seminale rendeva impuri, ma qualsiasi altro tipo di secrezione, anche una perdita di sangue.
Si trattava però di un’impurità rituale.

7. A proposito delle leggi dell’Antico Testamento va ricordato che c’erano tre tipi di leggi: cerimoniali (riguardavano il culto), civili e morali.
Quelle morali sono rimaste intatte. Anzi, là dove era stata portata una deroga, Gesù le ha riportate allo splendore iniziale, come ad esempio per l’indissolubilità del matrimonio.
Quelle cerimoniali o rituali sono state sostituite dal culto del Nuovo Testamento. Questo culto è costituito principalmente dal sacrificio di Gesù, dai sacramenti e dall’adorazione del Padre in spirito e verità.
Per cui è caduta anche la norma sull’impurità rituale dei coniugi che avevano avuto intimità sessuali.
Le leggi civili dell’Antico Testamento era tipiche di una società teocratica e sono sostituite dalle leggi emanate dalla legittima autorità.

Ti auguro ogni bene, ti ricordo al Signore e ti benedico.
Padre Angelo