Adamo aveva la scienza infusa ma solo nelle cose necessarie

Adamo aveva la scienza infusa ma solo nelle cose necessarie

Quesito

salve padre,
volevo sapere: san Tommaso dice che Adamo aveva conoscenza di tutte le cose naturali. Ma allora cosa significa? Che forse sapeva già cosa era un computer, un microscopio, oppure cosa era un elettrone o un atomo? Quindi non sarebbe progredito nella scienza naturale, tecnica ecc…  perchè tanto sapeva tutto?
Io sono convinto che il progresso dia più gloria a Dio perchè tende al sempre meglio, alla perfezione e cioè a lui.
Sicuramente Adamo conosceva molte cose, ma proprio tutto non so. 
Grazie
Luca


Risposta del sacerdote

Caro Luca,
san Tommaso parte da quanto dice la Sacra Scrittura, vale a dire dal fatto che impose il nome a ciascun animale.
Ciò significa che al momento della creazione ebbe scienza infusa sulle cose necessarie alla sua vita. Non è andato a tentoni per sapere il significato dei vari alimenti, ecc…
Ciò significa che l’uomo avrebbe poi aumentato la conoscenza attraverso la propria industria.
Nell’ad 3 dell’art. 3 della q. 94 (I parte della Somma teologica) San Tommaso parla espressamente della “scienza delle realtà naturali”. Non parla della tecnologia, della biologia, dell’ingegneria nucleare, ecc… Del resto al termine dell’articolo scrive: “Non conobbe invece quelle verità che trascendono le capacità umane e non sono necessarie alla vita, quali sono i pensieri degli uomini, i futuri contingenti e certi dati singolari, per esempio quanti granelli di sabbia si trovino in un fiume e cose del genere”.

Ti ringrazio come sempre e mi complimento per la tua continua sete di verità.
Ti saluto, ti seguo con la preghiera e ti benedico.
Padre Angelo