Se nel giudizio universale conosceremo i peccati degli altri

Se nel giudizio universale conosceremo i peccati degli altri

Quesito

Salve
volevo la risposta al seguente quesito di escatologia.

Mettiamo che uno commetta dei peccati di tipo sociale, si pente e si confessa. Nel giorno del giudizio universale questi peccati verranno di nuovo manifestati a tutti gli altri beati?
Nel giudizio universale si verrà a sapere tutte le conseguenze del male, del bene, le omissioni che hanno attinenza anche con gli altri? Anche se secondo me ogni peccato alla fine crea un disguido sul tutto.
nel ringraziarla per il suo prezioso aiuto la ricordo nella preghiera
Luca


Risposta del sacerdote

Caro Luca,
secondo san Tommaso d’Aquino nel giudizio universale verremo a conoscenza dei peccati di tutti gli uomini, anche dei più nascosti.
Questa conoscenza tuttavia non sarà motivo di confusione o di vergogna per coloro che si salveranno.
Piuttosto tutti insieme loderemo e ringrazieremo Dio per la sua infinita misericordia, perché vedremo chiaramente da quali abissi di perdizione Egli ci abbia salvati.
Vedremo anche tutte le conseguenze dei nostri peccati, i quali hanno danneggiato e danneggiano tutta la Chiesa e tutto il mondo.
Ogni peccato, caro Luca, ha conseguenze universali e cosmiche. Lo ha ricordato Giovanni Paolo II in Reconciliatio et Paenitentia.
In quel giorno il pentimento dei nostri peccati e il dispiacere dei peccati altrui sarà davvero grande, e finalmente la detestazione del peccato sarà adeguata al male commesso, perché lo vedremo tutto nella sua crudezza e realtà.
Allora non canteremo più le misericordie del Signore senza sapere a che cosa corrispondano e il nostro cuore sarà pieno di riconoscenza e di amore.

Ti ringrazio, ti saluto, ti seguo con la preghiera e ti benedico.
Padre Angelo