Se l’angelo non avesse fermato il profeta pagano Balaam, questi sarebbe stato capace di maledire Israele?

////Se l’angelo non avesse fermato il profeta pagano Balaam, questi sarebbe stato capace di maledire Israele?

Se l’angelo non avesse fermato il profeta pagano Balaam, questi sarebbe stato capace di maledire Israele?

Quesito

Caro Padre Angelo,
innanzi tutto complimenti per il sito e per le Sue risposte sempre molto esaurienti e piene di fede e buonsenso.
Leggendo il libro dei "Numeri" mi sono imbattuta nell’episodio di Balaam. Se l’angelo non l’avesse fermato davvero sarebbe riuscito a maledire il Popolo Eletto, infiacchendolo in qualche maniera permettendo così al re di Moab, Balak, di batterlo e scacciarlo?
Grazie per la risposta e che il Signora la benedica.
Desiree


Risposta del sacerdote

Cara Desiree,
1. a beneficio dei nostri visitatori va ricordato che Balaam era un profeta pagano.
È il profeta che predisse anche la comparsa della stella alla nascita del Messia.
 Orbene, Balak re dei moabiti, aveva chiesto a Balaam di maledire il popolo d’Israele per poterlo vincere in guerra. Ecco la narrazione: “Balak, figlio di Sippor, re di Moab, mi ha mandato a dire: «Ecco, il popolo che è uscito dall’Egitto ha ricoperto la superficie della terra. Ora vieni, maledicilo per me; forse riuscirò a batterlo e potrò scacciarlo».
Dio disse a Balaam: «Tu non andrai con loro, non maledirai quel popolo, perché esso è benedetto».
Balaam si alzò la mattina e disse ai prìncipi di Balak: «Andatevene nella vostra terra, perché il Signore si è rifiutato di lasciarmi venire con voi».
I prìncipi di Moab si alzarono, tornarono da Balak e dissero: «Balaam si è rifiutato di venire con noi».
Allora Balak mandò di nuovo dei prìncipi, in maggior numero e più influenti di quelli di prima.
Vennero da Balaam e gli dissero: «Così dice Balak, figlio di Sippor: «Nulla ti trattenga dal venire da me, perché io ti colmerò di grandi onori e farò quanto mi dirai; vieni dunque e maledici per me questo popolo».
Ma Balaam rispose e disse ai ministri di Balak: «Quand’anche Balak mi desse la sua casa piena d’argento e oro, non potrei trasgredire l’ordine del Signore, mio Dio, per fare cosa piccola o grande” (Nm 22,10-18).

2. Venendo ora alla tua domanda, Balaam avrebbe potuto maledire e la sua maledizione avrebbe potuto avere qualche efficacia.
Ad una condizione però: se Dio lo permetteva.

3. La maledizione vera e propria trae la sua forza dal demonio e questi con il concorso degli uomini può fare del male.
Se il soggetto della maledizione non è difeso (dalla grazia), la maledizione che è un autentico maleficio lo potrebbe raggiungere.
Se invece è difeso, la maledizione o il maleficio ricade su chi l’ha mandata.

4. A proposito del popolo eletto va ricordato che – proprio perché era eletto – godeva di una protezione particolare.
Per cui, anche se indegno, il suo Angelo avrebbe combattuto per lui.

5. Salvo evidentemente i disegni di Dio che in particolari circostanze a motivo di peccati gravi può permettere la sottrazione della sua grazia.

Ti auguro ogni bene, ti ricordo al Signore e ti benedico.
Padre Angelo