Liturgia delle Ore: Secondi vespri della Solennità del Santo Padre Domenico

////Liturgia delle Ore: Secondi vespri della Solennità del Santo Padre Domenico

Liturgia delle Ore: Secondi vespri della Solennità del Santo Padre Domenico

 

V. O Dio, vieni a salvarmi.

R. Signore, vieni presto in mio aiuto.

Gloria al Padre e al Figlio

e allo Spirito Santo.

Come era nel principio, e ora e sempre

nei secoli dei secoli. Amen. Alleluia.

INNO

Praeco salútis cælicæ,

quem nomen ipsum, Spíritu

movénte læta in ómina,

summo dicávit Príncipi.

Te corde tanto dívitem

quod esset orbe látius,

fides popóscit strénuum

Dei suíque víndicem.

Prudens, benígnus, cándidus,

zeli sed æstu férvidus,

tu veritátis integre

aggréssus es certámina.

Venti ut sonántis ímpetu

erróris umbras díssipans,

securióre Ecclésiam

gressu dedísti pérgere.

Ardóris huius íntimi

fac simus et nos cómpotes,

fidéque spem perénniter

firmémus ad celéstia.

Viríliter per áspera

da transigámus sæculum,

tecum beati ut pérpetim

Deo canámus glóriam.

oppure un altro inno, approvato dall’autorità competente:

Araldo di salvezza

ti inviò il santo Spirito,

tutto di Dio rendendoti

con un nome profetico.

Avevi un cuore grande

sì da abbracciare il mondo

e con forte coraggio

servisti Dio e la fede.

Saggio, benigno e limpido,

con ardente passione,

lottasti per difendere

la verità che amavi.

Come vento che dissipa

le nebbie dell’errore,

più sicuro cammino

spalancavi alla Chiesa.

O Domenico, rendici

più ardenti e a te più simili:

crescendo nella fede,

fa’ che speriamo il cielo

e vivendo da forti

le lotte e le fatiche,

fa’ che con te i tuoi figli

Dio lodino in eterno.

SALMODIA

Si può scegliere una o l’altra serie di antifone tra quelle che qui si propongono: la Serie A, riguarda la vita e le virtù del Santo; la Serie B, è corredata di canto gregoriano.

1 antifona serie A

Accoglieva tutti nel suo grande cuore e poiché tutti indistintamente amava, era amato da tutti.

1 antifona serie B

Trascorreva le notti in preghiera e non disponeva di un giaciglio; dopo essersi profuso in lacrime, riposava un poco sul pavimento.

SALMO 115 

Rendimento di grazie nel tempio

Per mezzo di lui (Cristo) offriamo continuamente un sacrificio di lode a Dio (Eb 13, 15).

Ho creduto anche quando dicevo: *

«Sono troppo infelice».

Ho detto con sgomento: *

«Ogni uomo è inganno».

Che cosa renderò al Signore *

per quanto mi ha dato?

Alzerò il calice della salvezza *

e invocherò il nome del Signore.

Adempirò i miei voti al Signore, *

davanti a tutto il suo popolo.

Preziosa agli occhi del Signore *

è la morte dei suoi fedeli.

Sì, io sono il tuo servo, Signore, †

io sono tuo servo, figlio della tua ancella; *

hai spezzato le mie catene.

A te offrirò sacrifici di lode *

e invocherò il nome del Signore.

Adempirò i miei voti al Signore *

davanti a tutto il suo popolo,

negli atri della casa del Signore, *

in mezzo a te, Gerusalemme.

Gloria al Padre e al Figlio *

e allo Spirito Santo.

Come era nel principio, e ora e sempre, *

nei secoli dei secoli. Amen.

1 antifona serie A

Accoglieva tutti nel suo grande cuore e poiché tutti indistintamente amava, era amato da tutti.

1 antifona serie B

Trascorreva le notti in preghiera e non disponeva di un giaciglio; dopo essersi profuso in lacrime, riposava un poco sul pavimento.

2 antifona serie A

Mosso da compassione e carità, vendette i libri e quanto possedeva per sfamare i poveri.

2 antifona serie B

Separandosi dai figli di cui era sostegno, l’umile Padre lascia loro un testamento di povertà.

SALMO 125

Dio nostra gioia e nostra speranza

Come siete partecipi delle sofferenze, così anche delle consolazioni (2 Cor 1, 7).

Quando il Signore ricondusse i prigionieri di Sion, *

ci sembrava di sognare.

Allora la nostra bocca si aprì al sorriso, *

la nostra lingua si sciolse in canti di gioia.

Allora si diceva tra i popoli: *

«Il Signore ha fatto grandi cose per loro».

Grandi cose ha fatto il Signore per noi, *

ci ha colmati di gioia.

Riconduci, Signore, i nostri prigionieri, *

come i torrenti del Negheb.

Chi semina nelle lacrime *

mieterà con giubilo.

Nell’andare, se ne va e piange, *

portando la semente da gettare,

ma nel tornare, viene con giubilo, *

portando i suoi covoni.

Gloria al Padre e al Figlio *

e allo Spirito Santo.

Come era nel principio, e ora e sempre *

nei secoli dei secoli. Amen.

2 antifona serie A

Mosso da compassione e carità, vendette i libri e quanto possedeva per sfamare i poveri.

2 antifona serie B

Separandosi dai figli di cui era sostegno, l’umile Padre lascia loro un testamento di povertà.

3 antifona serie A

Gemendo diceva: «Signore, abbi pietà del tuo popolo. Che ne sarà mai dei peccatori?».

3 antifona serie B

Maestro di verità, risplende nel coro dei vergini; lo adorna una duplice corona di gloria.

CANTICO Ef 1, 3-10

Dio salvatore

Benedetto sia Dio,

Padre del Signore nostro Gesù Cristo, *

che ci ha benedetti

con ogni benedizione spirituale nei cieli, in Cristo.

In lui ci ha scelti *

prima della creazione del mondo,

per trovarci, al suo cospetto, *

santi e immacolati nell’amore.

Ci ha predestinati *

a essere suoi figli adottivi

per opera di Gesù Cristo, *

secondo il beneplacito del suo volere,

a lode e gloria

della sua grazia, *

che ci ha dato

nel suo Figlio diletto.

In lui abbiamo la redenzione

mediante il suo sangue, *

la remissione dei peccati

secondo la ricchezza della sua grazia.

Dio l’ha abbondantemente riversata su di noi

con ogni sapienza e intelligenza, *

poiché egli ci ha fatto conoscere

il mistero del suo volere,

il disegno di ricapitolare in Cristo

tutte le cose, *

quelle del cielo

come quelle della terra.

Nella sua benevolenza

lo aveva in lui prestabilito *

per realizzarlo

nella pienezza dei tempi.

Gloria al Padre e al Figlio *

e allo Spirito Santo.

Come era nel principio, e ora e sempre, *

nei secoli dei secoli. Amen.

3 antifona serie A

Gemendo diceva: «Signore, abbi pietà del tuo popolo. Che ne sarà mai dei peccatori?».

3 antifona serie B

Maestro di verità, risplende nel coro dei vergini; lo adorna una duplice corona di gloria.

 

LETTURA BREVE       Fil 1,3-4,7-8

Ringrazio il mio Dio ogni volta che io mi ricordo di voi, pregando sempre con gioia per voi in ogni mia preghiera. E’ giusto, del resto, che io pensi questo di tutti voi, perché vi porto nel cuore, voi che siete tutti partecipi della grazia che mi è stata con­cessa, sia nelle catene, sia nella difesa e nel consoli­damento del vangelo. Infatti Dio mi è testimonio del profondo affetto che ho per tutti voi nell’amore di Cristo Gesù.

RESPONSORIO BREVE

R. Beati quelli che ascoltano la parola di Dio * e la custodiscono.

Beati quelli che ascoltano la parola di Dio e la custodiscono.

V. Portano frutto nella pazienza:

e la custodiscono.

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo.

Beati quelli che ascoltano la parola di Dio e la custodiscono.

Antifona al Magnificat

Santo Padre Domenico, accoglici con te nell’ora della morte e in questa vita guardaci sempre con bontà paterna.

oppure:

Luce della Chiesa, maestro di verità, rosa di pazienza, avorio di castità, distribuisci con munifi­cenza l’acqua della sapienza: predicatore della gra­zia, concedici di raggiungere il cielo.

CANTICO DELLA BEATA VERGINE (Lc 1, 46-55)

Esultanza dell’anima nel Signore

L’anima mia magnifica il Signore *

e il mio spirito esulta in Dio, mio salvatore,

perché ha guardato l’umiltà della sua serva. *

D’ora in poi tutte le generazioni mi chiameranno beata.

Grandi cose ha fatto in me l’Onnipotente *

e Santo è il suo nome:

di generazione in generazione la sua misericordia *

si stende su quelli che lo temono.

Ha spiegato la potenza del suo braccio, *

ha disperso i superbi nei pensieri del loro cuore;

ha rovesciato i potenti dai troni, *

ha innalzato gli umili;

ha ricolmato di beni gli affamati, *

ha rimandato i ricchi a mani vuote.

Ha soccorso Israele, suo servo, *

ricordandosi della sua misericordia,

come aveva promesso ai nostri padri, *

ad Abramo e alla sua discendenza, per sempre.

Gloria al Padre e al Figlio *

e allo Spirito Santo.

Come era nel principio, e ora e sempre *

nei secoli dei secoli. Amen.

INTERCESSIONI

Nel ricordo del santo Padre Domenico, rivol­giamo a Dio le nostre suppliche:

Salva il tuo popolo, Signore!

O Dio misericordioso, tu ci hai chiamato a servirti seguendo le orme del santo Padre Domenico:

– donaci lo stesso ardente amore per la verità.

Il santo Padre Domenico affidò ai suoi figli la mis­sione di arricchire il mondo con il frutto dello studio e della contemplazione:

– mantienili assidui nello studio, Signore, perse­veranti nell’orazione, ferventi nella predicazione.

Come pecore senza pastore, i popoli cercano i pa­scoli della vita e le sorgenti della verità:

– moltiplica, Signore, nella Chiesa uomini e donne che sappiano proclamare convenientemente il tuo amore al mondo di oggi.

Tu hai risuscitato nella gloria il tuo Figlio unigenito, obbediente fino alla morte di Croce:

– fa’ che i nostri fratelli e le nostre sorelle defun­te contemplino senza fine il tuo volto.

Padre nostro.

ORAZIONE

O Dio, che hai illuminato la tua Chiesa con gli esempi e gli insegnamenti del santo Padre Domenico, donale, per sua intercessione, gli aiuti necessari alla vita presente e abbondanza di beni spirituali. Per il nostro Signore.

oppure

O Dio, che hai fatto risplendere la tua Chiesa con le opere e la predicazione di san Domenico, nostro Padre; dona ai suoi figli di crescere nell’umile servizio della verità. Per il nostro Signore.

oppure

Guida e proteggi, Signore, la tua Chiesa per i meriti e gli insegnamenti di san Domenico nostro Padre; egli, che fu insigne predicatore della tua verità, interceda come nostro patrono davanti a te. Per il nostro Signore.

Di |2018-09-01T15:23:27+00:0001 settembre 2018|Spiritualità domenicana – San Domenico - Liturgia|