Le apparizioni dei Santi

Quesito

Quando “appaiono” i Santi, o anche Gesu’ stesso e la Vergine, ( non intendo in sogno, ma come ad esempio nel caso di Santa Bernardette e altri episodi dello stesso genere) in che “forma” si presentano?
Intendo dire se siano solo puro spirito che appare visibile in forme umane a chi li vede o se abbiano un corpo vero e proprio, quindi anche dimensione materiale.
La teologia cosa dice al riguardo?
Grazie:)
Maria


Risposta del sacerdote

Cara Maria,
i santi sono presenti in cielo solo con la loro anima, ad eccezione della B.V. Maria, che vi è presente, conformata pienamente a suo Figlio, con l’anima e con il corpo.
Ciò significa che, quando compaiono, si realizza in quel momento una creazione da parte di Dio che mette il veggente in contatto con il santo.
Anche quando appaiono la B. Vergine oppure nostro Signore non dobbiamo pensare che essi lascino il cielo per venire da noi. In quel momento viene creata una rappresentazione del loro corpo che mette il veggente in reale comunione con le loro persone.
Ti trascrivo il pensiero preciso di San Tommaso (Somma teologica, III, 76, 8):
Articolo 8: Se quando per miracolo appare in questo sacramento o della carne o un bambino, vi sia veramente presente il corpo di Cristo

RISPONDO: In due modi si verificano le apparizioni in cui a volte si vede miracolosamente in questo sacramento della carne, o del sangue, o addirittura un bambino.
Talora infatti il fenomeno si compie soggettivamente negli spettatori: i loro occhi cioè subiscono una mutazione, come se veramente essi vedessero nella realtà esterna della carne o del sangue, o un bambino, senza però che si operi alcuna mutazione nel sacramento. E così sembra accadere quando ad alcuni esso appare sotto l’aspetto di carne o di bambino, mentre ad altri appare come prima sotto le specie del pane; oppure quando a una medesima persona appare per un po’ di tempo sotto la specie di carne o di bambino, e poi sotto le specie del pane. Tuttavia questo fenomeno soggettivo non rientra nella categoria delle illusioni come i prodigi dei maghi, poiché tale specie viene prodotta da Dio negli occhi per esprimere una verità, cioè per manifestare la reale presenza del corpo di Cristo in questo sacramento; come anche Cristo
medesimo apparve senza inganno ai discepoli che andavano a Emmaus….

Altre volte invece tali apparizioni accadono non solo per un’impressione degli spettatori, ma per una reale esistenza al di fuori di essi del fenomeno che appare. Il che è evidente quando l’apparizione si presenta identica a tutti, e dura non per un momento, ma per lungo tempo… E
in simili casi alcuni dicono che si tratta delle sembianze proprie del corpo di Cristo. Né importa se certe volte non si vede Cristo per intero, ma una parte della sua carne; o anche non in età giovanile, ma infantile: poiché il corpo glorioso ha la capacità, come si dirà in seguito, di comparire a un occhio non glorificato sia per intero che in parte, sia nelle sue proprie sembianze che in altra maniera.
Ma questa spiegazione non sembra accettabile. Primo, poiché il corpo di Cristo non può essere visto nelle proprie sembianze che in un luogo soltanto, nel quale è contenuto in modo delimitato. E così, facendosi egli vedere e adorare in cielo nelle proprie sembianze, non può mostrarsi nello stesso modo in questo sacramento. Secondo, poiché il corpo glorioso, che appare quando vuole, scompare anche quando vuole dopo l’apparizione: come è scritto (Lc 24,31) che il Signore «sparì dalla vista dei discepoli». Ciò che invece appare sotto l’aspetto di carne in questo sacramento rimane a lungo, anzi, si legge che a volte venne chiuso e
conservato in una pisside per deliberazione di molti vescovi: il che è assurdo pensare di Cristo nelle proprie sembianze.
Dobbiamo perciò concludere che, restando le stesse dimensioni di prima, avvengono miracolosamente delle mutazioni negli altri accidenti, p. es. nella figura, nel colore e in altri accidenti simili, in modo che appaia della carne, o del sangue, oppure un bambino. E questo non è un inganno: poiché come si è detto sopra avviene «per indicare una verità», cioè per
dimostrare con tale miracolosa apparizione che in questo sacramento è veramente presente il corpo e il sangue di Cristo”.

Ti auguro ogni bene, ti accompagno con la preghiera e ti benedico.
Padre Angelo

Di |2006-01-16T15:00:00+00:0016 gennaio 2006|Un sacerdote risponde - Varie - Generale|