Domande sulla dichiarazione di nullità del matrimonio

Domande sulla dichiarazione di nullità del matrimonio

Quesito

Caro Padre Angelo,
innanzitutto la saluto caramente e la ringrazio per il suo ricordo nella preghiera.
Le invio alcuni quesiti legati all’annullamento del matrimonio.
Ho letto che “– il fatto che uno dei coniugi escluda una delle finalità essenziali del matrimonio religioso, che sono la procreazione dei figli, la fedeltà, l’indissolubilità del vincolo matrimoniale” costituisce motivo per chiedere l’annullamento ecclesiastico del matrimonio.
Ma non ho ben capito cosa si intenda per escludere la fedelta’ o l’indissolubilita’ del vincolo.
Significa che un tradimento perpetrato durante il perdurare del vincolo puo’ portare all’annullamento? o che se ci sposa pur pensando di divorziare si da’ motivo alla causa ecclesiastica?
Le espressioni mi lasciano alquanto confusa.
La ringrazio in anticipo per la risposta, la saluto con affetto.
Maria


Risposta del sacerdote

Cara Maria,
intanto per la precisione del linguaggio: la Chiesa non annulla il matrimonio, ma emette sentenze di nullità. Che è come a dire: questo matrimonio non c’è mai stato, anche se i contraenti quel giorno pensavano di sposarsi.
Tu parli di finalità essenziali del matrimonio e ne elenchi tre: la procreazione dei figli, la fedeltà, l’indissolubilità.
Anche qui, per la precisione:
la procreazione dei figli entra nelle finalità del matrimonio
la fedeltà e l’indissolubilità sono invece due proprietà o caratteristiche del matrimonio.
Ebbene, se prima di sposarsi si esclude una finalità o una proprietà del matrimonio non si intende mettere in piedi quella realtà che ha come finalità intrinseca la procreazione e che ha come proprietà tipiche ed essenziali la fedeltà e l’indissolubilità.
Per questo la Chiesa dice: qui i due non hanno mai realizzato il matrimonio, ma hanno inteso fare altro, sebbene abbiano messo in atto i riti del matrimonio.

Con questa risposta, ne va da sé che le sentenze di nullità non vengono date per la condotta manifestata dopo il matrimonio. In questo si potrebbe parlare di annullamento o azzeramento del matrimonio.

Ti ringrazio per il quesito.

Continuo a ricordati nelle preghiere e ti benedico.
Padre Angelo