Quesito

Caro Padre Angelo,
Mi chiamo Davide e sono il fratello di Noemi che le ha sottoposto una domanda precedentemente,
Ho 13 anni e frequento la terza media nella scuola carmelitana di S. Teresa a Verona.
Frequento il gruppo scout e le attività pastorali proposte dalla mia parrocchia.
Volevo chiederle qual è la differenza tra Duomo e Cattedrale,
ho chiesto a qualche persona e alcuni mi dicevano che è la stessa cosa altri che sono due cose diverse.
Grazie per la sua disponibilità e buona Pasqua


Risposta del sacerdote

Caro Davide,
1. per Duomo s’intende la chiesa principale.
Allora il duomo si può trovare anche in tante cittadine dove vi sono più chiese. Il duomo è fra loro la Chiesa principale.

2. La Cattedrale è la Chiesa dove c’è la cattedra del vescovo.
Senza dubbio questa è la chiesa principale della diocesi.

3. Pertanto ogni cattedrale è sempre anche duomo.
Ma non ogni duomo è cattedrale.

4. Sono contento che tu frequenti la scuola carmelitana di Santa Teresa.
E colgo l’occasione per riferirti un pensiero di Santa Teresa d’Avila: “Se mi fosse lecito dar consigli, raccomanderei ai genitori di vegliare attentamente sulle persone che avvicinano i loro figli per il danno che questi ne possono avere. La nostra natura è più portata a imitare il male che il bene, tanto vero che a me avvenne di non apprender nulla dai grandi esempi di bontà e modestia di una mia sorella assai più grande di me, e tutto invece da una parente che frequentava casa mia.
Era costei di modi così leggeri che mia madre, prevedendo il male che mi avrebbe fatto, fece di tutto per tenerla lontana, ma senza potervi riuscire per le molte occasioni che la chiamavano in casa nostra. Cominciai a trattarla familiarmente e a trovare con lei il mio passatempo maggiore perchè mi assecondava in tutto e mi metteva a parte delle sue relazioni e vanità.
Quando mi misi in rapporto con questa mia parente ed entrai nelle sue confidenze e vanità, avevo quattordici anni, o poco più. Fin allora, credo, non avevo mai offeso il Signore con colpa grave, né mai perduto il timore di Dio, benché più forte fosse in me il sentimento dell’onore. Anzi la paura di perderlo fu la forza che mi aiutò a salvarlo. No, in questo non mi sarei lasciata smuovere per nessuna cosa, né per qualunque umana affezione. Ma quanto meglio sarebbe stato se avessi avuta tanta forza per non violare l’onore di Dio quanta ne avevo per non perdere quello che credevo formasse l’onore del mondo!” (Teresa d’Avila, Vita, II, 1-3).

5. Sono contento della tua frequentazione della parrocchia e anche del gruppo scoutistico.
Penso che il nutrimento per la tua vita e la tua crescita cristiana non ti manchi.
Approfittane!

Ti auguro una serena e Santa Pasqua.
Ti ricordo al Signore e ti benedico.
Padre Angelo