Questo articolo è disponibile anche in: Italiano Spagnolo

Quesito

Caro Padre Angelo,
è mia intenzione pregare per mia nonna defunta a gennaio e per tre cari amici defunti nel 2019; questo è il punto di partenza per la mia domanda.
Come posso sapere dove sono andate le loro anime? Si prega per le anime del purgatorio affinché venga accorciata la loro permanenza e presto raggiungano il Paradiso, si prega per le anime del Paradiso affinché ci ottengano grazie, non si pregano le anime dell’inferno perché ormai sono condannate.
Fermo restando che l’eventualità di un loro ingresso all’inferno mi darebbe infinita tristezza, come faccio a pregare bene se non so dove sono andati?
Forse è meglio pregare per tutte le anime del purgatorio in generale, e se sono fortunato vi sono compresi anche loro? 
Le assicuro le mie preghiere.
Marco


Risposta del sacerdote

Caro Marco, 
1. continua a pregare in maniera distinta per tua nonna defunta e per i tuoi tre cari amici.
Noi non sappiamo con certezza quale sia la loro destinazione eterna.

2. Se sono in purgatorio, la preghiera giova a loro e giova anche a te.

3. Se sono in paradiso, giova in modo particolare a te perché con la preghiera apri un varco e permetti loro di riversare su di te i beni del paradiso di cui sono diventati amministratori.

4. Se sono all’inferno non può giovare a loro. Tuttavia poiché tu la destini a queste persone care nell’ipotesi che siano in purgatorio, Dio mette la tua preghiera a suffragio delle anime del Purgatorio in generale.
Inoltre possiamo pensare che Dio abbia tenuto conto dei suffragi che tu avresti fatto nel corso del tempo per dare loro la possibilità di pentirsi in extremis, qualora ne avessero avuto bisogno.
Per questo la preghiera non va mai persa e infine giova a te sempre e in ogni caso.

5. Approfitto della tua domanda per ricordare quanto San Tommaso insegna a proposito dei suffragi per le anime del Purgatorio.
Egli afferma che la carità che si fa alle anime del Purgatorio vale molto di più di quella che viene fatta ai poveri di questo mondo.
Questo per cinque motivi:
1) Perché si tratta di una carità spirituale, mentre quella fatta ai poveri e solo materiale.
Ora la carità spirituale dona beni eterni, mentre quella materiale dona beni transitori.
2) Perché le anime del Purgatorio, essendo giuste, usano bene della carità che noi facciamo loro.
Mentre non sempre i poveri di questo mondo fanno altrettanto.
3) Perché le anime del Purgatorio soffrono molto di più di quanto non soffrano i poveri.
4) Perché in nessun modo le anime del Purgatorio possono aiutarsi da se stesse.
5) Perché le anime del Purgatorio sono riconoscentissime (cfr. Supplemento alla Somma teologica, q. 71).

Ti ringrazio di cuore per la preghiera che mi hai promesso.
La contraccambio volentieri, ti auguro ogni bene e ti benedico.
Padre Angelo