Quesito

Salve Padre Angelo
Sono un ragazzo di 1… anni.
Le vorrei parlare di una cosa molto importante… Io mi sento molto chiamato al sacerdozio, per me sarebbe la cosa più bella dedicare interamente la mia vita al Signore ma c’è una cosa che mi turba.
Sto parlando dei casi di pedofilia di cui sono accusati alcuni sacerdoti…..questa notizia mi ha inorridito alla lettera data la mia volontà di diventare sacerdote.
Siamo d’accordo riguardo la debolezza dell’uomo ma questo è troppo!!! Se questi sacerdoti sono veramente colpevoli che siano SCOMUNICATI e messi all’ERGASTOLO! (Mi  scuso per la troppa rabbia ma sono veramente deluso).
Per me il sacerdote è una persona come tutti gli altri ma che ha un grande privilegio e una grande responsabilità: guidare gli uomini  verso la santità e il primo modo per  farlo è dare l’esempio cosa che questi sacerdoti (se così si può chiamarli) non hanno fatto nel modo più assoluto.
Quanta gente si sarà allontanata dalla chiesa dato che il nome del sacerdote è stato infangato in questo modo così orrendo….è naturale, tutti lo capiamo il motivo.
Veramente questo è il secolo di satana…di quanti pugnali è colpita la Chiesa!
L’unica cosa che resta è pregare perchè esistano sacerdoti santi che possano guidare tutti i fedeli verso il Signore.
La ringrazio nuovamente

Risposta del sacerdote

Carissimo,
1. il tuo dolore e, potrei dire, il tuo strazio è pure il mio. Ed è di tanti altri.
Tutti ci sentiamo umiliati quando veniamo a sapere di casi di pedofilia da parte di sacerdoti.
E il motivo è proprio quello che hai portato tu: i sacerdoti sono chiamati ad insegnare la santità ai fedeli, e invece fanno quanto di più perverso si possa immaginare.
Sì, c’è qualcosa di diabolico in questo.
Soffriamo tutti per il dolore inferto a vittime innocenti e soffriamo anche per la Chiesa, la mistica Sposa di Cristo, il cui il volto viene infangato ed esposto al vilipendio davanti a tutti.
Quel volto che dovrebbe attrarre tutti gli uomini a Cristo è così deturpato!
E tanti a motivo di questo si perdono, Dio non voglia anche eternamente!

2. Capisco benissimo la rabbia che ti prende quando scrivi: “Se questi sacerdoti sono veramente colpevoli che siano SCOMUNICATI e messi all’ERGASTOLO!”.
Ed è per questo che il beato papa Giovanni Paolo II ha parlato di tolleranza zero per sacerdoti che si macchiano di tali crimini.
Papa Benedetto sta mettendo in atto misure molto severe perché questi sacerdoti – dopo regolare processo – vengano ridotti allo stato secolare. Per la Chiesa non sono più sacerdoti che possono ufficiare.
Non è compito della Chiesa invece comminare pene civili. Ma indubbiamente anche sotto questo profilo la colpa è gravissima.

3. Sono contento che tu avverta la chiamata del Signore. Non puoi avere fortuna più grande.
Non sai il bene immenso che potrai fare. È il bene in assoluto più grande: strappare le anime all’inferno e portarle a Cristo.
Forse guardandoti attorno vedi tanti ragazzi tuoi coetanei che – magari senza loro colpa o anche per loro colpa – vivono lontani da Dio, sono esposti al male e a quanto di peggio potrebbe loro accadere. E non ci pensano affatto.
San Domenico di notte pregava così: “Mio Dio, che cosa diventeranno i peccatori?”
Per questo pregava tutta la notte.
E non solo pregava, ma attraverso strumenti penitenziali univa i propri sacrifici a quelli di Cristo per salvare i peccatori.

4. Tanti tuoi coetanei e tanti uomini e donne di tutte le età attendono – senza saperlo – che il Signore chiami ragazzi come te e si aspettano sacerdoti generosi nella risposta, santi nel loro impegno di vita e santificatori.

Ti assicuro volentieri la mia preghiera e sollecito tutti i nostri visitatori  a dire una preghiera per te e per i tanti altri che il Signore sta chiamando al sacerdozio e anche all’Ordine di san Domenico.
Ti benedico.
Padre Angelo