Perché gli evangelici non fanno il segno della croce

Perché gli evangelici non fanno il segno della croce

Quesito

Caro Padre Angelo,
perchè gli evangelici non si fanno il segno di croce?
Quali sono le differenze relative al nostro credo?
Grazie della risposta.
Bruno


Risposta del sacerdote

Caro Bruno,
gli evangelici sono protestanti e con loro ci divide tutto ciò che ci divide dai protestanti.
In primo luogo ci divide il concetto di grazia.
La grazia santificante per noi e anche per gli ortodossi trasforma l’uomo e da peccatore lo fa diventare santo.
Mentre per i protestanti la grazia non trasforma mai l’intimo dell’uomo, il quale rimane sempre profondamente peccatore sicché tutto quello che fa di buono è sempre peccato mortale. Così diceva Lutero.
Secondo i protestanti l’uomo pertanto si salva solo in virtù della fede, e non in virtù della fede che opera attraverso la carità, come dice San Paolo: “E se avessi il dono della profezia e conoscessi tutti i misteri e tutta la scienza, e possedessi la pienezza della fede così da trasportare le montagne, ma non avessi la carità, non sono nulla” (1 Cor 13,2) e “la fede che opera per mezzo della carità” (Gal 5,6).
Del medesimo tenore è anche San Giacomo, il quale afferma: “Infatti come il corpo senza lo spirito è morto, così anche la fede senza le opere è morta” (Gc 2,26).
Siccome dunque non verrebbe comunicata all’uomo la grazia santificante, ne traggono la conclusione che i sacramenti non comunicano la grazia e così li svuotano della loro efficacia.
Di qui anche l’inutilità della successione apostolica, e cioè dei reali poteri affidati attraverso l’Ordine sacro.
Ne segue che anche la Madonna sarebbe una povera peccatrice. E di qui l’inutilità di appellarsi alla sua intercessione, come del resto anche a quella degli altri santi.
All’interno del protestantesimo, poi, gli evangelici, sono fondamentalisti o quasi. Per cui interpretano in senso materiale tante espressioni della Sacra Scrittura, come il divieto di fare immagini, che in fin dei conti sono segni. E quello della croce è un segno.
 E dimenticano che Dio stesso, dopo aver dato il divieto di fare immagini per il pericolo dell’idolatria, superato questo pericolo ha comandato a Mosé di fare immagini: del serpente e addirittura dei cherubini, che sono angeli.
Per noi, il segno della croce, se è fatto con devozione, ravviva la grazia santificante e mette in fuga i demoni.
Caro Bruno, questo per dire solo qualcosa. Ma penso che possa essere sufficiente.
Ti saluto, ti accompagno con la preghiera e ti benedico.
Padre Angelo

Di |2007-01-21T15:00:00+00:0021 gennaio 2007|Un sacerdote risponde - Varie - Generale|