Quesito

Caro Padre Angelo,
vorrei porle un quesito semplicissimo, sul quale però mi trovo ad avere dei dubbi: quali sacramenti devono aver ricevuto le persone per poter fare da testimoni alle nozze? è sufficiente che siano battezzate? Io ho sempre pensato di sì, ma ora mi sorge il dubbio che la chiesa richieda anche la cresima.
Inoltre, quali sono le conseguenze di non aver ricevuto la cresima? Mia cugina purtroppo non ha infatti potuto ottenere tale sacramento, poiché i suoi genitori, essendo privi di fede, le hanno solo permesso di ricevere il battesimo e l’eucarestia, interrompendo così il cammino catechistico che la bambina aveva intrapreso.
Ho letto di recente che non aver fatto la cresima espone la persona a gravi rischi, in altri termini, è come se fosse sprovvista delle armi per combattere satana: è davvero così?
La ringrazio come sempre per la gentilezza, e per il prezioso servizio che offre tramite il sito.
Valentina


Risposta del sacerdote

Cara Valentina,
1. non è necessaria la cresima per essere testimoni in un matrimonio.

2. La cresima dà certamente un aiuto importante per giungere alla maturità cristiana, alla santità.
La cresima però viene data essenzialmente per portare a maturità la grazia, applicando ai singoli la grazia della Pentecoste, e impegnarsi nella Chiesa e nel mondo come testimoni di Cristo.
Certamente comporta anche il risvolto di offrire una grazia più grande per combattere Satana, ma non è questo l’obiettivo principale della Cresima.
Ci si difende molto ben dal maligno anche con la grazia che ci deriva dal Battesimo, dall’Eucaristia, dalla Confessione.

3. A tua cugina senz’altro manca qualcosa.
Ma adesso, se i suoi genitori non hanno provvisto a suo tempo, può provvedere lei.
È sufficiente che si rivolga al suo parroco per sapere che cosa deve fare.

Ti accompagno con una preghiera e ti benedico.
Padre Angelo