È giusto asportare il Santissimo Sacramento quando si usa la Chiesa per uno scopo non direttamente cultuale?

////È giusto asportare il Santissimo Sacramento quando si usa la Chiesa per uno scopo non direttamente cultuale?

È giusto asportare il Santissimo Sacramento quando si usa la Chiesa per uno scopo non direttamente cultuale?

Quesito

Trascriviamo il contenuto di una email pervenuta al nostro sito e la relativa risposta di Padre Angelo.

“”””
Caro Padre Angelo,
Nel periodo natalizio in Chiesa si è svolta una rappresentazione a sfondo religioso, il parroco ha “prelevato” Gesu’ Eucarestia per custodirlo in altro luogo durante lo svolgimento della rappresentazione suddetta.
Da qui il quesito: ogni qual volta che lo spazio fisico della Chiesa viene utilizzato per cose che non siano funzioni religiose, o sia lasciata aperta per consentire la preghiera personale, le Ostie vanno tolte dal Tabernacolo?
La ringrazio anticipatamente, le auguro una buona quaresima.
Maria


Risposta del sacerdote

Cara Maria
Il parroco ha fatto bene a trasferire le sacre specie in altro luogo, perché avrebbe esposto la santissima Eucaristia a irriverenza. Quando si fa un concerto o altra cosa non sacra si reca in Chiesa molta gente, e l’ultima cosa cui pensa (se giunge a pensarvi) è quella di fare una preghiera, di adorare il Signore, di venerare i santi nelle loro immagini e reliquie.
In maniera molto opportuna allora si porta l’Eucaristia altrove.
Nell’ultima domanda chiedi se le Ostie vadano tolte dal tabernacolo per consentire la preghiera personale. Ti rispondo: perché dovrebbero essere tolte? Probabilmente volevi dire un’altra cosa.

Contraccambio gli auguri di una Santa Quaresima e ti benedico.
Padre Angelo